Fleming Tor di Quinto / Via Tuscia, 43

"La popò del tuo cane è cioccolata": l'iniziativa per marciapiedi liberi da deiezioni canine

Dal Fleming all'Ogiata: cioccolatini a chi ritira bustine per raccogliere bisogni del cane

Dolcezza e calorie contro maleducazione e inciviltà. A Roma Nord nasce l'iniziativa "La popò del tuo cane è cioccolata" per arginare l'invasione di deiezioni canine sui marciapiedi. 

Un progetto della GreensideRoma onlus e del winebar Rinocerose di via Tuscia: un modo per far si che i marciapiedi del Fleming, come quelli di Vigna Clara, tornino ad essere pienamente percorribili senza dover fare lo slalom tra i lasciti di cani con padroni indifferenti al decoro. 

"La popò del tuo cane è cioccolata": come funziona

"La popò del tuo cane è cioccolata" descrive in estrema sintesi come funzionerà l'iniziativa: i padroni dei cani interessati potranno recarsi al Rinocerose e chiedere in modo gratuito delle bustine per raccogliere i bisogni, ad ogni richiesta, e dunque ad ogni intenzione di raccogliere la deiezione del proprio amico a quattro zampe, corrisponderà un cioccolatino offerto dal locale di via Tuscia. 

In via Tuscia distributori di bustine

Ma non solo. Proprio come fecero gli scout nel gennaio del 2016 nella parte alta di Collina Fleming, la GreensideRoma onlus installerà delle cassettine distribuisci bustine lungo la via.

Per i padroni dei cani dunque niente più alibi: quei bisogni andranno raccolti. In cambio cioccolatini e marciapiedi lindi: pronti ad ospitare la green street che, tra orti urbani e scacchiere, sta nascendo proprio in via Tuscia. 

"L'ortaggi vostri": la green street del Fleming parte dall'orto urbano

L'iniziativa arriva anche all'Olgiata

Un'iniziativa, quella de "La popò del tuo cane è cioccolata", che ha già conquistato il favore di molti: una trovata simpatica e utile il cui eco è arrivato anche all'Olgiata: il Consorzio ha infatti deciso di rilanciare il progetto tra le isole verdi del comprensorio. "Un'iniziativa che ci è piaciuta moltissimo e che abbiamo pensato di replicare in un complesso dove, da questo punto di vista, regna l'anarchia" - ha detto a RomaToday Paola Caruana, consigliera del CdA del Consorzio Olgiata. Bustine e cioccolatini potranno essere ritirati presso gli uffici consortili. "La nostra è una vera e propria sfida, sarà lunga ma speriamo di vedere i risultati". 

E chissà, se dal Fleming all'Olgiata, basterà davvero un cioccolatino per arginare comportamenti irrispettosi del decoro e della civile convivenza.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La popò del tuo cane è cioccolata": l'iniziativa per marciapiedi liberi da deiezioni canine

RomaToday è in caricamento