Lunedì, 20 Settembre 2021
RomaNord Labaro / Via del Labaro, 7

Sulla Roma Nord "indisponibilità treni": pendolari tra ritardi e calca

Ennesima giornata di passione sulla linea Roma-Civitacastellana-Vierbo: corse soppresse e ritardi. Il Comitato dei Pendolari scrive ad Atac

foto: Roberta Z. - Comitato Pendolari ferrovia Roma Nord

Corse cancellate o in ritardo, vagoni di conseguenza stracolmi e una vera e propria calca al capolinea, e punto di contatto con la Metro A, del Flaminio. Ennesima giornata di passione per i pendolari della Ferrovia Roma Nord costretti a convivere con ritardi e soppressioni. 

"Per indisponibilità di treni, lievi ritardi si registrano sulla tratta urbana della ferrovia Roma-Viterbo" - ha fatto sapere Atac nella mattinata di oggi preannunciando per gli utenti una nuova mattinata di caos e delirio. Tante le segnalazioni, di lamentela ma anche informative, giunte nei vari canali social del Comitato dei Pendolari della Ferrovia Roma Nord che non ha perso tempo nel rappresentare, ancora una volta, alle istituzioni le condizioni di disagio riscontrate su quella linea. 

"In questi giorni stiamo assistendo a continue riprogrammazioni di corse urbane, sempre utilizzando quella fastidiosa prassi da poco introdotta di inserire il ritardo nell'orario in partenza e quindi annullando di fatto la tabella degli orari appesa nelle stazioni e generando confusione ulteriore nell'utenza. Questa cosa è stata segnalata e formalizzata a Atac e Regione Lazio più volte da questo Comitato" - si legge nella mail nella quale i pendolari lamentano pure la mancanza cronica di treni extraurbani e di materiale, "come più volte riportato anche sul sito Atac e il fastidioso ricorso alle autosostituzioni (uno o più autobus al posto del treno) che rendono ancora più precario il servizio erogato".

Tra le fasce più interessate dai disagi, tiene a sottolineare il Comitato,  quelle di punta: soprattutto quella della sera, dalle 17 alle 19.

Da qui il rinnovo di alcune richieste per rendere la vita degli utenti della Roma Nord un po' meno complicata. 
Tra le istanze quella di ripristinare la fermata extraurbana a Prima Porta, in modo da poter servire anche quei pendolari che utilizzano i mezzi pubblici che transitano (in partenza e in arrivo) in quella stazione e che in questo momento sarebbero tagliati fuori: "Il ripristino di tale fermata - scrivono dal Comitato - permetterebbe il decongestionamento dell'urbano (che spesso ultimamente salta o ritarda in partenza da Montebello), soprattutto la mattina".
Ripristino anche per la precedente indicazione affinchè si mostri la quantificazione del ritardo a parte rispetto all'orario di partenza del treno (sia urbano che extraurbano): "Esiste un campo apposito del display, usiamolo per dare una informazione certa all'utenza" - esorta il Comitato costretto di nuovo a battere i pugni sul tavolo per far valere le ragioni dei pendolari. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulla Roma Nord "indisponibilità treni": pendolari tra ritardi e calca

RomaToday è in caricamento