menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto: Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord

foto: Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord

Ferrovia Roma Nord, da inizio anno oltre 150 treni soppressi: i pendolari finiscono “assembrati” sui vagoni

La denuncia del Comitato Pendolari sulle condizioni in cui si viaggia sulla Roma-Civitacastellana-Viterbo: "Assurdo, noi a rischio contagio"

Nuovo orario, problemi vecchi sulla Ferrovia Roma Nord dove le corse soppresse sono ancora all’ordine del giorno. Lo sanno bene i pendolari che ogni mattina utilizzano la linea, inserita tra le peggiori d’Italia. Solo questa mattina sei i treni che gli utenti hanno aspettato invano. 

Ferrovia Roma Nord: pendolari "assembrati" nei vagoni

Soprattutto nelle ore di punta il servizio non basta con decine di persone ammassate nei vagoni del trenino, costrette alla totale violazione delle norme anti contagio da Covid-19. “Assembramenti assurdi” - ha commentato il Comitato dei Pendolari della Ferrovia Roma Nord

Eppure sulla Roma-Civitacastellana-Viterbo dal 7 gennaio è in vigore una nuova offerta commerciale “progettata - aveva fatto sapere Atac, gestore della linea - per garantire l'afflusso e il deflusso dagli istituti scolastici in corrispondenza delle due fasce definite per l'entrata e per l'uscita”. 

Sulla tratta metropolitana Flaminio-Montebello e viceversa, previste 170 corse al giorno, rimodulate, rispetto al precedente orario, in corrispondenza delle fasce in cui è maggiore l'utenza pendolare e scolastica. Un provvedimento studiato per mitigare l’impatto della riapertura delle scuole sul trasporto pubblico che però non sembra sortire gli effetti desiderati.

I pendolari contro Atac: "150 corse soppresse in tre settimane"

Nei giorni scorsi la lettera dei pendolari ad Atac. “Il totale delle corse soppresse da inizio 2021 ammonta a circa 150. Sono trascorse meno di tre settimane dal nuovo anno e già siamo in queste condizioni” - scrive il Comitato dei Pendolari della Roma Nord. “Pretendiamo quindi che si organizzi per tempo un continuo e serio controllo a bordo treno e in stazione per il rispetto delle prescrizioni anti covid19 e per controllare l'evasione tariffaria, ma in primis - sottolineano gli utenti - non deve saltare nemmeno una corsa di quelle programmate in orario e nel caso dovesse accadere si deve immediatamente predisporre un servizio sostitutivo. Non possiamo più permetterci ulteriori aumenti dei contagi”. Richieste che si scontrano con la dura realtà dei pendolari assembrati nei vagoni della Roma Nord. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento