RomaNordToday

"Passaggi a livello pericolosi e condizioni indegne": la rabbia dei pendolari della Roma Nord

Dal Comitato dei Pendolari, dopo lo scontro tra un treno e un'auto in prossimità di un passaggio a livello, la richiesta di aggiornamenti sui lavori per la sicurezza e l'ammodernamento dell'intera linea: "Senza risposte, andremo in Procura"

foto Facebook: Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord

La collisione tra un'automobile e un treno avvenuta la settimana scorsa in prossimità del passaggio a livello di Riano, con due feriti in seguito all'urto le cui cause sono da accertare, ha scatenato l'ira del Comitato dei Pendolari della Ferrovia Roma Nord che torna a chiedere alle istituzioni competenti informazioni aggiornate circa i lavori programmati e da programmare per la sicurezza dell’intera tratta ferroviaria.

"Inoltre, arrivati ormai a metà 2017 circa e nonostante i ripetuti solleciti e incontri, si continua a viaggiare in condizioni non degne di un paese civile con punti di rottura sulla linea che di fatto disincentivano l’utilizzo del treno, continue sostituzioni di treni con bus navetta, l’utilizzo di materiale urbano per la linea extraurbana, sottolineando che la maggior parte dei treni non sono dotati di aria condizionata nè di bagni" - ha scritto il Comitato. 

I pendolari chiedono aggiornamenti sui lavori per il raddoppio del binario delle tratte Montebello-Riano e Riano-Pian Paradiso, novità su quelli per la sostituzione dell’obsoleto giunto telefonico come presidio di sicurezza per la tratta extraurbana e sugli interventi per l’abbattimento dei passaggi a livello pericolosi e incustoditi sulla tratta extraurbana. Gli utenti vorrebbero poi sapere pure i tempi previsti per la chiusura dell’attuale stazione di piazzale Flaminio, per l'apertura invece della nuova stazione di Prima Porta e per il completamento dei lavori di ripristino al parcheggio della stazione di Montebello. Oltre a ciò le istituzioni interessate e Atac sono statte invitate a dare delucidazioni anche  in merito alla conferma della firma del contratto per l’affidamento della manutenzione ordinaria e straordinaria a RFI e della firma del contratto per la gestione a ATAC per il triennio 2016-2019. 

Da mettere in luce, secondo i rappresentanti dei pendolari della Roma-Civitacastellana-Viterbo, anche lo stato dei finanziamenti per la linea e loro ripartizione per progetti e ambiti di competenza come ad esempio ammodernamento dell'infrastruttura, acquisto di nuovi treni, presidi di sicurezza, videosorveglianza di stazioni e parcheggi incustoditi. 

Insomma, annunci e buoni propositi a parte, che ne sarà concretamente del futuro più immediato e a lungo termine della Ferrovia Roma Nord? Questo quanto chiedono dal Comitato che, in mancanza di riscontri, annuncia già esposti alle Procure di Roma, Viterbo, Perugia e Tivoli, alla Corte dei conti, alla Corte europea dei diritti dell’uomo e alla Commissione Trasporti UE. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento