RomaNordToday

Bando e apertura iscrizioni in ritardo: in Municipio XV i centri estivi fanno flop

Poche più di 150 le iscrizioni arrivate in via Flaminia, Rollo (Pd): "Errori amministrazione hanno mortificato attività fondamentali per famiglie"

Rischiano di concludersi con un flop assoluto i centri ricreativi estivi proposti dal Municipio XV che per le attività rivolte ai bambini del territorio ha stanziato ben 135mila euro: una somma considerevole che però, tra bando pubblicato in ritardo e iscrizioni aperte ad una sola settimana dall'inizio dei centri, rischia in parte di perdersi non potendo essere utilizzata per altro.

Centri estivi in Municipio XV a rischio flop

"Dopo un anno di lavoro della commissione politiche sociali sui centri ricreativi estivi municipali, ad oggi si attesta il fallimento delle attività estive per i bambini del territorio a fronte dei 135mila euro messi a disposizione dal Municipio. Dei quattro lotti, che dovrebbero ospitare 60 bambini a turno, per un totale quindi di 240 utenti, se ne sono iscritti, infatti, solo poco più di 150. Lo stesso problema si sta verificando per il secondo turno con inizio dal 16 luglio, ecco perché il municipio ha proposto la riapertura delle iscrizioni" - l'allarme lanciato dalla consigliera del Pd, Agnese Rollo, che ricorda come nel 2015 si arrivò addirittura a 900 partecipanti con ben tre turni di attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'accusa del Pd: "Bando e apertura iscrizioni in ritardo"

Numeri che quest'anno in quel di Roma Nord si apprestano ad essere più che dimezzati. "Con gli stessi fondi di allora si rischia di avere solo un terzo dei bambini coinvolti con un pesante sperpero di soldi che non possono essere utilizzati per altre attività estive. L'amministrazione municipale - incalza Rollo - è responsabile di questo flop a partire dal ritardo nella pubblicazione del bando, all'apertura delle iscrizioni a solo una settimana dall'inizio dei centri ricreativi estivi sino alla mancata condivisione della comunicazione della riapertura delle iscrizioni per soli due giorni. Mi auguro - ha concluso la Dem - che per il prossimo anno non si commettano nuovamente quegli errori che hanno mortificato una attività fondamentale per quelle famiglie che in estate non possono permettersi di far divertire i propri figli in altro modo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento