RomaNordToday

La Cassia è “green street”: ecco l’aiuola artistica che omaggia Veio

Tra la via Cassia e la via Cassia Nuova lo spartitraffico reso decoroso da volontari, associazioni e vivaio di zona: viottolo di corteccia, ulivi, cipressi e scultura alta due metri che domina la scena

Addio al verde incolto dentro il quale si nascondeva una delle numerose microdiscariche della zona: l’aiuola spartitraffico di via Cassia, quella all’intersezione con la Cassia Nuova, è rinata grazie all’impegno di volontari e associazioni. Via erbacce, rovi e rifiuti: dentro pavimentazione naturale, piante e un’opera d’arte. 

La nuova aiuola di via Cassia: verde e artistica

Un progetto tecnico ideato da Francesco Rinaldo di Horti di Veio, noto vivaio della zona; con l’ing. Chiara Carbonari ad occuparsi dell’esecuzione dei lavori. L’ennesima aiuola spartitraffico sistemata dai cittadini, dalla consolidata sinergia tra Horti di Veio e Greensideroma Onlus già autori della rinascita dello square centrale di piazzale Ponte Milvio e della rotonda di piazza Giuochi Delfici. 

Ponte Milvio: all'ombra della Torretta Valadier arrivano olivi e 150 rose bianche

La scultura di via Cassia che omaggia Veio

Intorno al vialetto di corteccia e lapillo tre cipressi, due olivi e un melograno. Domina la scena l’opera d’arte in corten alta quasi due metri che omaggia e raffigura l’Apollo di Veio: un parallelepipedo sulle cui facciate  è ripresa la scultura in terracotta del VI secolo a.C., che, rinvenuta quasi integra nel 1916 durante gli scavi al santuario di Portonaccio, è oggi conservata nel Museo nazionale etrusco di Villa Giulia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A consentire l’irrigazione dell’aiuola “un serbatoio sotterraneo per la raccolta di acqua piovana e un sistema innovativo alimentato e comandato tramite pannello solare” - ha spiegato Max Petrassi di Greenside. “Questo di via Cassia, dopo Fleming, Vigna Clara e Ponte Milvio, è l’ennesimo esempio di coesione urbana ‘green’ tra quartieri”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento