menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La nuova vita della tensostruttura della scuola Amaldi: per dieci anni abbandonata a degrado e atti vandalici

Completato lo spazio sportivo nato nel 2009 nel cortile della scuola della Cassia ma mai utilizzato: lavori grazie ai fondi del bando della Regione Lazio vinto dal Municipio XV. Diario (M5s): "Con noi nascono palestre nuove"

La tensostruttura della scuola Amaldi torna agli studenti e al quartiere. Nuova vita per lo spazio esterno dedicato all’attività sportiva degli alunni del plesso di via Cassia: dopo dieci anni di abbandono è arrivata la completa riqualificazione. 

La nuova vita della tensostruttura della scuola Amaldi

Si perchè la vicenda della tensostruttura della scuola Amaldi affonda le sue radici nel lontano 2007 quando venne presa la decisione di realizzarla nel cortile sul quale affacciano le aule che allora era un campo di terra battuta arido e polveroso. La prima gara va deserta, i lavori vengono aggiudicati nel 2008 e iniziano l’anno seguente. La tensostruttura viene completata nel 2010. Da li una serie di controversie la lasciano nel limbo, mai presa in carico e affidata nonostante potesse rappresentare una valida risorsa per le società sportive del territorio, per la scuola che la ospita e gli istituti adiacenti. Si susseguono rinvii e fasi di stallo, nel mezzo una lunga scia di atti vandalici tra cui tentativi di incendio, quadro elettrico manomesso e tendone più volte squarciato. 

Cassia, la ferita aperta della tensostruttura abbandonata al degrado

Una ferita aperta per Roma nord, rimasta per oltre un decennio orfana di quello spazio. “Sin dal nostro insediamento abbiamo deciso di metterci al lavoro per risolvere la questione. Nel 2017 - ha spioegato l’assessore alla Scuola del Municipio XV, Pasquale Russo - abbiamo vinto il bando della Regione Lazio ‘Pronti, sport, via’: con la somma ottenuta, circa 30mila euro, abbiamo riqualificato la struttura apportando delle modifiche al progetto originario. Abbiamo messo pannellature rigide per evitare incursioni estranee e rifatto la pavimentazione che adesso è certificata. In più - ha spiegato Russo in commissione capitolina - con fondi ordinari siamo riusciti ad intervenire anche sul piazzale esterno. Le gradonate, per lungo tempo interdette perchè pericolose, sono state rimesse a nuovo e rese finalmente sicure”.

Il Campidoglio esulta: "Alemanno e Marino non avevano fatto nulla"

Oggi lo scenario davanti alla scuola Amaldi è totalmente cambiato. Lo celebra anche il Campidoglio. “In oltre 10 anni questa struttura ha ospitato zero utenti. Sì avete letto bene. Non è mai stata utilizzata. Così, nel corso degli anni è stata vandalizzata.Poi siamo arrivati noi. E l'abbiamo recuperata” - ha commentato il presidente della commissione capitolina Sport, Angelo Diario. “Il Municipio XV ha partecipato a un bando regionale, lo ha vinto, e ha riqualificato sia la tensostruttura sia gli spazi esterni. Questa è una delle tante storie incredibili che abbiamo vissuto sulla nostra pelle di amministratori di una città che era totalmente allo sbando, una città dove venivano realizzate strutture sportive per poi tenerle chiuse e lasciarle andare in malora. Sono passati Alemanno e Marino senza neanche accorgersi dell'esistenza di questa struttura. E, più in generale, senza fare niente per le palestre scolastiche di Roma. Con Virginia Raggi - sottolinea il consigliere grillino fedelissimo della sindaca - Roma è arrivata ad avere 149 palestre nuove. Si vede la differenza tra noi e loro?” - il quesito che parla di una campagna elettorale già accesa. 

Tensostruttura Amaldi 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento