Cassia La Storta / Via Giuseppe Silla

Un parcheggio al posto del campo della scuola, i genitori rilanciano: "Vogliamo anche un parco"

Il progetto del Municipio XV per risolvere la scarsità di posti auto in zona, il presidente Simonelli accoglie le richieste delle famiglie: "Lavori slittati di tre mesi inizieranno a dicembre"

Un parcheggio pubblico al posto di uno dei due campetti sportivi della scuola di via Giuseppe Silla a La Giustiniana: è questo il progetto del Municipio XV per risolvere in parte le criticità legate alla scarsità di posti auto in zona. 

La Giustiniana: un parcheggio al posto del campetto della scuola

“Un intervento che, seppur positivo per il quartiere, priva i bambini di un’area ad oggi per loro imprescindibile, il tutto senza alternative, ancor più in un periodo, quello del post Covid-19, nel quale il distanziamento sociale e gli spazi aperti sono per molti una ulteriore garanzia di sicurezza” - fanno notare gli esponenti di Fdi Stefano Erbaggi, Marco Ottaviani e Adriana Glori. 

L’idea è quella di proporre ai bambini e alle loro famiglie un’alternativa concreta “piuttosto che una soluzione a senso unico, integrando al progetto la realizzazione di una nuova area loro dedicata”. Un giardinetto con installazioni ludico sportive: non solo il parcheggio e soprattutto non subito.

I genitori della Cassia chiedono un parco

Con una petizione che ha raccolto 184 firme i genitori degli alunni della scuola di via Silla chiedono al Municipio XV di garantire alle famiglie “che i lavori non partiranno in concomitanza con l’inizio della scuola ma saranno traslati di almeno tre mesi e che il progetto venga integrato con la realizzazione di una nuova area da gioco dedicata ai bambini”. 

Istanze in parte accolte dal presidente del Quindicesimo, Stefano Simonelli: “Abbiamo chiesto e ottenuto il rinvio dei lavori che avranno inizio a dicembre. E’ bene tener presente però - ha detto il minisindaco a RomaToday - che da contratto la ditta avrà un anno di tempo per concluderli”. Sull’area ludica invece la promessa è quella di un confronto con scuola e genitori: “Utilizzeremo questi mesi per proseguire l’interlocuzione e trovare il modo di soddisfare le esigenze espresse”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un parcheggio al posto del campo della scuola, i genitori rilanciano: "Vogliamo anche un parco"

RomaToday è in caricamento