rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cassia La Storta / Via Cassia, 1606

Nuovi marciapiedi a La Storta, la proposta del municipio XIV

La maggioranza ha presentato una proposta di risoluzione per mettere in sicurezza un tratto di strada lungo il quale, in 14 anni, si sono verificati 207 incidenti stradali

Una proposta di risoluzione per mettere in sicurezza i cittadini ed i pellegrini che frequentano La Storta. I rappresentanti della maggioranza del XIV Municipio  Rossana Betulia, Giovanni Forti, Claudio Marinali e Stefano Cavini, hanno presentato un documento che impegna l’amministrazione ad intervenire sul tratto della via Cassia tra civici 1600 e 1700. 


La Storta pericolosa, centinaia i feriti


Lungo questo tratto della Cassia ci sono una scuola statale di primo e secondo grado, un centro sociale anziani, un istituto scolastico internazionale, la cattedrale della diocesi Santa Rufina e numerosi locali commerciali. Nel tratto è poi presente la Cappella della Visione di Sant’Ignazio di Loyola, divenuta negli anni meta di turisti e pellegrini da tutto il mondo. Insomma, è una zona molto frequentata ma che, come si legge nella risoluzione, non è “adeguatamente supportato da una rete viaria sufficiente al traffico pedonale e veicolari di circolazione e attraversamento”. Del resto i numeri parlano chiaro. Nel periodo 2006-2020, secondo gli open data sugli incidenti stradali forniti dalla polizia locale di Roma Capitale, nel tratto in questione si sono verificati 207 incidenti stradali che hanno coinvolto 521 persone, provocando un decesso e 133 feriti, 5 dei quali in prognosi riservata. 

La Storta, nuovi marciapiedi e banchine

Nella risoluzione si chiede soprattutto la realizzazione di nuovi marciapiedi o banchine pedonali in corrispondenza dei punti più pericolosi per i pedoni. Si prevede inoltre lo spostamento dei cassonetti dei rifiuti solidi urbani in un’area idonea e che non sia di intralcio per la circolazione stradale. Si prevede poi la messa in sicurezza del marciapiede perimetrale del muro di contenimento della cattedrale, anche attraverso l’installazione di dispositivi parapedonali, e l’installazione di rilevatori di velocità con segnalatore luminoso per le automobili da porre all’ingresso dell’area. I quattro firmatari della risoluzione, inoltre, incontreranno giovedì 12 maggio alle ore 8 presso piazza della Visione i cittadini per illustrare gli interventi e per ricevere proposte e segnalazioni.


Lavori a La Storta, per Peschiaroli “si uccidono i commercianti”


Il consigliere d’opposizione Stefano Peschiaroli, che si era già occupato della vicenda, è preoccupato soprattutto per i lavori che dovrebbero riguardare le mura esterne della cattedrale e della ricaduta che avranno i cantieri sulle attività commerciali. “Parcheggiare sotto la Cattedrale di La Storta è sbagliato – precisa Peschiaroli -ma voler installare dei dispositivi parapedonali lungo tutto il muro di contenimento senza prima prevedere la realizzazione di altri parcheggi a norma che garantiscano ai negozianti la loro sopravvivenza, significa voler uccidere il tessuto commerciale del quartiere. Approssimazione e scarsa conoscenza del territorio, ecco cosa contraddistingue questa sinistra miope al governo del nostro Municipio”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi marciapiedi a La Storta, la proposta del municipio XIV

RomaToday è in caricamento