rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
La sorpresa / Cassia / Via della Giustiniana

Doni e tombolata: così i nipoti di Natale hanno sorpreso i nonni de La Giustiniana

L'iniziativa dei ragazzi dell'associazione Giacomo Vidiri nel cohousing del Comune

L’incontro tra generazioni diverse, la sorpresa che ha lasciato i nonni de La Giustiniana commossi e senza parole. A Casa Giada, uno dei cohousing di Roma Capitale gestito dall'IRASP, sono arrivati i “nipoti di Natale”: un gruppo di giovani volontari che ha portato a ciascuno degli ospiti della struttura doni e dolci, trascorrendo un pomeriggio tra tombolate e canti di Natale. 

I nipoti di Natale a La Giustiniana

Un’iniziativa dell’Associazione Giacomo Vidiri, un ente NoProfit nato in ricordo del diciassettenne scomparso in seguito ad un tragico incidente in via Oriolo Romano sulla Cassia. Era il 2013. L’associazione si propone di informare e sensibilizzare i giovani sui pericoli generazionali derivanti dai propri comportamenti quotidiani rendendo i ragazzi protagonisti di numerose iniziative di impegno sociale, decoro, legalità e solidarietà. 

E’ così che i volontari dell’associazione si sono trasformati nei “nipoti di Natale” per strappare un sorriso ai nonni del cohousing di Roma nord e trascorrere con loro del tempo. “Un pomeriggio in cui gli ospiti si sono raccontati e hanno scoperto di avere nuovi nipoti. La rete sociale in Municipio XV c'è e si sente” - ha raccontato a margine dell’iniziativa l’assessora municipale alle Politiche Sociali, Agnese Rollo. 

Casa Giada, il cohousing del Comune

Casa Giada è stata aperta dal Comune nel marzo del 2021 con l’obiettivo non solo di offrire, attraverso questo modello di residenzialità, una soluzione abitativa alle persone anziane che ne hanno bisogno, ma anche e soprattutto incentivare un modello di coabitazione che sostenga l'invecchiamento attivo degli ospiti, la loro autodeterminazione, la condivisione di un contesto più familiare e la qualità della vita.  All'interno di Casa Giada  gli ospiti condividono gli ambienti e la loro gestione, affiancati da operatori sociosanitari nel ruolo di 'mediatori della convivenza'. Negli scorsi giorni hanno accolto a braccia aperte i loro nuovi "nipoti". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doni e tombolata: così i nipoti di Natale hanno sorpreso i nonni de La Giustiniana

RomaToday è in caricamento