rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cassia Cassia / Via Cassia, 724

Il Municipio 'sigilla' il centro anziani della Cassia: "Abusi lo rendono insicuro, impossibile riaprire"

La presidente della Commissione Politiche Sociali, Rosella (M5s): "Salvaguardiamo incolumità, a lavoro per reperire locali adatti ad attività ricreative e motorie"

Niente sanatoria per gli interventi effettuati dal comitato di gestione all'interno del centro anziani di via Cassia 724: una tensostruttura, "provvisoria" da oltre dieci anni, gelida d'inverno, afosa d'estate, che i nonni di Tomba di Nerone nel corso del tempo, in attesa dei nuovi locali in via San Felice Circeo, hanno tentato di rendere più vivibile e accogliente.

Vere finestre al posto di quelle in plastica, condizionatori, pannelli contro umidità e infiltrazioni. Tutto "abusivo" e finito nella relazione tecnica del Municipio XV che nel maggio scorso ha deciso di chiudere il centro anziani per "inagibilità"

Il centro anziani della Cassia occupato

Catene e lucchetto infranti da alcuni degli iscritti che così, da oltre quattro mesi, occupano la struttura: l'unica in zona in grado di garantire loro spazi di socializzazione. 

Da li il braccio di ferro con via Flaminia 872, due Consigli straordinari ma nessun concreto passo in avanti: per adesso gli anziani devono, o almeno dovrebbero, rimanere fuori dal civico 724 in attesa del centro di via San Felice Circeo e, nell'immediato, della disponibilità delle strutture scolastiche limitrofe a cedere almeno la palestra per svolgere l'attività fisica prima prevista nel tendone. 

Anziani in un tendone tra pezzi che cadono e infiltrazioni: la rivolta dei nonni della Cassia

Il Municipio XV: "Chiuso per salvaguardare incolumità"

Sul centro anziani di via Cassia il Municipio XV tiene la barra dritta e ribadisca la bontà delle proprie decisioni. "Vale la pena ricordare che gli abusi causa della chiusura sono stati commessi, per sua stessa ammissione, dal Presidente del Centro e denunciati da alcuni iscritti. Oltre a questo è in atto l’espletamento di una gara d’appalto per il completamento della nuova sede dopo che la società che avrebbe dovuto realizzarla come opera a scomputo degli oneri concessori per la costruzione di un parcheggio interrato, dopo aver venduto i parcheggi, è fallita interrompendo i lavori ad agosto 2011. Successivamente, alla richiesta di escussione della polizza fideiussoria a garanzia dei lavori, si è scoperto che questa non risultava valida" - ha spiegato in una nota la consigliera del M5s in Municipio XV, Marcella Silvana Rosella, rivendicando il lavoro dell'Amministrazione pentastellata sulla questione. 

Gli anziani della Cassia in un tendone tra spifferi e infiltrazioni

Dopo l'impulso del parlamentino di Roma Nord che ha impegnato il Presidente del Municipio e la Giunta: “ad adottare tutte le procedure necessarie, qualora vi fossero le condizioni, a riaprire il Centro Anziani”, l’ufficio tecnico del Municipio ha effettuato l’ennesimo sopralluogo "che ha confermato - riporta Rosella - il persistere delle criticità in ordine alla sicurezza nello svolgimento delle attività ludico ricreative ed alla fruibilità da un punto di vista igienico-sanitario. È evidente - ha sottolineato la consigliera grillina presidente della Commissione Politiche Sociali - l’impossibilità di riaprire il Centro anche solo per salvaguardare l’incolumità delle persone che lo frequentano". 

In via Flaminia però si lavora per il reperimento di locali "limitrofi al Centro o facilmente raggiungibili come soluzione provvisoria per facilitare agli iscritti l’accesso alle attività ricreative e motorie". 

I nonni di Tomba di Nerone nella tensostruttura "chiusa"

Dunque il centro anziani di via Cassia rimane chiuso, almeno sulla carta. I nonni di Tomba di Nerone di andarsene dalla tensostruttura proprio non ne vogliono sapere. "Rimarremo qui fin quando non avremo a disposizione i locali di via San Felice Circeo" - hanno ribadito più volte. 

Una struttura che però è ancora un miraggio, pronta forse, in questo annoso caso l'ipotesi è d'obbligo, nella prossima primavera. Per i nonni della Cassia l'inverno si prospetta più gelido che mai. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Municipio 'sigilla' il centro anziani della Cassia: "Abusi lo rendono insicuro, impossibile riaprire"

RomaToday è in caricamento