RomaNordToday

Incontri ravvicinati a La Giustiniana: cinghiale nel parco in pieno giorno

L'ungulato nel bel mezzo del pomeriggio in via Labranca, accanto alle auto in sosta. Ribera (Pd): "Situazione preoccupante. Serve piano serio, sì ad abbattimenti selettivi"

Incontro spaventosamente ravvicinato a La Giustiniana dove in pieno giorno tra la vegetazione ai margini del parco di via Labranca è spuntato d'improvviso un cinghiale: l'ungulato a pochi passi dalle auto in sosta è apparso tranquillo e per nulla intimorito dalle vetture in transito. 

Un avvistamento non così inusuale a Roma Nord dove dall'Olgiata a Inviolatella Borghese numerose sono le segnalazioni sulla presenza dei cinghiali che invadono giardini privati, campi coltivati, strade e marciapiedi non senza qualche tragico episodio a indurre preoccupazione nella cittadinanza. L'ultimo a metà marzo quando un uomo a bordo di uno scooter è stato travolto da un grosso ungulato e, sbalzato dal mezzo, è deceduto

Una problematica quella dei cinghiali in libertà al vaglio delle istituzioni che però ancora non sembrano aver trovato una soluzione che possa consentire di risolvere tale criticità. 

A trovarsi davanti il cinghiale di via Labranca, nel corso di un sopralluogo esplorativo nel parco, il consigliere del Pd in Municipio XV Marcello Ribera. 

"Il fatto che i cinghiali escano in strada in pieno giorno è preoccupante, ancor di più ora che, con l'estate e più persone in giro nelle ore serali, aumenteranno gli incontri e dunque anche i potenziali pericoli. Il Comune ha proposto la sterilizzazione: una soluzione velleitaria, tutta da verificare, studiare e capire. Francamente mi sembra un po' una follia" - ha detto l'esponente Dem a RomaToday puntando l'attenzione su un "piano serio di abbattimenti selettivi". 

"Durante la Giunta Torquati il Tavolo per l'Ordine e la Sicurezza si era occupato della tematica e avevamo pensato ad un piano di contenimento che prevedeva diverse fasi tra cui, l'ultima, quella degli abbattimenti selettivi. Questo non vuol dire - ha tenuto a sottolineare Ribera - aprire la caccia, il Parco di Veio è un parco urbanizzato: devono pensarci le istituzioni ma devono provvedere al più presto. Serve - ha ribadito il vicepresidente della commissione ambiente in via Flaminia 872 - un piano serio che porti a concrete soluzioni". 

Dunque dopo mesi di avvistamenti, timori, proposte ma nessun risultato concreto ottenuto Roma Nord è nuovamente alle prese con la questione cinghiali: a spasso ai margini del parco alla luce del giorno e senza alcun timore. E se non è invasione forse poco ci manca. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento