Venerdì, 30 Luglio 2021
Cassia Giustiniana / Via Giorgio Iannicelli

La Giustiniana, il centro di accoglienza fa paura: "Difendiamo quartiere dall'invasione"

La casa per ferie San Gabriele potrebbe divenire un centro di accoglienza per richiedenti asilo, residenti di case e Campi sul piede di guerra. Il Comitato: "E' in gioco il futuro dei nostri figli"

Trionfale, Ottavia, La Giustiniana ed in particolare la zona di Case e Campi in subbuglio. A destabilizzare i residenti di quell'area della città le voci, più che insistenti, sul futuro della San Gabriele: una casa per ferie gestita dall'Istituto dei Fratelli di San Gabriele che potrebbe presto essere convertita in un centro di accoglienza per richiedenti asilo

Una notizia trapelata all'inizio di aprile con parte degli abitanti di quella zona a domandarsi che ne sarà della tranquillità di quel centro residenziale che di servizi - tra trasporti, spazi di socializzazione e svago - ai potenziali ospiti arrivati da lontano, da più di qualcuno indesiderati tra paure e timori, ne potrà offrire davvero pochi. 

Da qui la mobilitazione per scongiurare l'apertura di quel centro di accoglienza al confine tra il Municipio XIV e il XV, proprio a cavallo tra Trionfale e Cassia. Dopo il nutrito corteo di metà aprile promosso da Casapound, per fronteggiare la questione è nato anche il Comitato di Quartiere La Giustiniana e Case e Campi: obiettivo "dire No" al centro di accoglienza. 

"Non possiamo accettare che il nostro quartiere, già abbandonato al degrado dalle istituzioni, diventi zona franca per gli immigrati clandestini. Questi non sono centri di accoglienza, ma di speculazione e noi cittadini intendiamo difenderci da questa invasione fuori controllo che porta solo ulteriore degrado e pericolosità. I 170 clandestini tra i 18 e i 35 anni noi non li vogliamo e siamo pronti a tutto" - il messaggio di esordio del Comitato che nella battaglia contro l'ipotetico CARA cerca alleati. 

Una questione, quella del centro di accoglienza sulla Trionfale, che riguarda diversi quartieri di quel quadrante: da qui la scelta di indire un incontro tra i vari Comitati volenterosi di non subire una scelta arrivata come un fulmine a ciel sereno. Giovedì 18 maggio alle 18.30 si ritroveranno tutti in via Iannicelli per una riunione di coordinamento: "E' in gioco il futuro dei nostri figli e noi tutti abbiamo il dovere di difendere la loro tranquillità, il dovere di farli crescere senza paura difendendo il nostro quartiere e dicendo No al centro di accoglienza a San Gabriele. Non diventiamo complici di questo malaffare legalizzato che inizia a largo della Libia e finisce nei nostri quartieri: diciamo basta alla corruzione del nostro sistema che destabilizza e compromette la vita e la sicurezza dei nostri figli" - ha scritto in una nota il Comitato di Quartiere La Giustiniana e Case e Campi. Il clima tra Trionfale e Cassia è già rovente. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Giustiniana, il centro di accoglienza fa paura: "Difendiamo quartiere dall'invasione"

RomaToday è in caricamento