rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cassia Via Cassia, 1142

Buio pesto da La Giustiniana al Raccordo: sulla Cassia viaggio nelle tenebre

Oltre due chilometri con i lampioni spenti: così i pedoni diventano invisibili

Le luci della stazione della Fl3 La Giustiniana ad illuminare banchine, parcheggio esterno e di riflesso un tratto di strada: da li in poi, proseguendo verso il centro, il buio più totale fino all'imbocco con il Grande Raccordo Anulare. 

La Cassia al buio

Due chilometri di oscurità profonda: palazzoni e alberi coprono pure la fioca lucentezza di luna e stelle così al calar del sole quel  tratto di Cassia si trasforma in una vera e propria odissea nelle tenebre

Lo è tanto per automobilisti e centauri, costretti pure ad evitare buche e avvallamenti, quanto per i pedoni: invisibili sul bordo della strada e sugli attraversamenti pedonali.

Lampioni spenti da La Giustiniana al GRA

Un salto nel buio tentare di attraversare la Cassia nei pressi del civico 1142, nei dintorni di pub e di quel bar proprio sulla curva che, nel cuore della notte, è ritrovo per molti. 

Auto in doppia fila, gruppetti che camminano sul ciglio della strada: solo i fari delle proprie vetture e il riflesso delle insegne luminose a svelare le sagome.

E' così fino allo svincolo sul GRA: su quelle tre corsie dove spesso, salvo gallerie, il viaggio nel buio profondo prosegue. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buio pesto da La Giustiniana al Raccordo: sulla Cassia viaggio nelle tenebre

RomaToday è in caricamento