Cassia

Bimba chiusa in casa: denunciati i genitori per abbandono

Una bambina di 8 anni è stata chiusa in casa dai genitori che dovevano andare a lavorare. La bimba spaventata ha contattato i Carabinieri e per i coniugi è scattata la denuncia per abbandono di minore

Una bambina di 8 anni è stata chiusa in casa dai genitori perché il padre doveva andare a lavorare mentre la madre doveva sostenere un colloquio. Non sapendo a chi lasciare la bambina il padre e la madre, lui romano di 34 anni e lei 32enne sudamericana, hanno deciso di chiuderla a chiave nell'appartamento in zona Tomba di Nerone.


La bambina, spaventata perché non riusciva a contattare la madre, ha pensato di telefonare ai Carabinieri che sono immediatamente intervenuti. Gli agenti hanno chiamato la donna al cellulare che si è resa conto della gravità del fatto e si è subito precipitata a casa. Nel frattempo, i Carabinieri intervenuti hanno tenuto compagnia alla bambina spaventata e terrorizzata, cercando di tranquillizzarla, sebbene al di là della porta di casa in attesa del rientro della madre. Nonostante la bambina sia immediatamente tornata a sorridere nel riabbracciare forte la mamma e che si sia appurato che si è trattato di un episodio isolato, per entrambi i genitori è scattata la denuncia a piede libero per abbandono di minore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba chiusa in casa: denunciati i genitori per abbandono

RomaToday è in caricamento