rotate-mobile
RomaNord Tor di Quinto / Via Flaminia, 872

Elezioni Municipio XV: tutti i candidati alla presidenza

L'elenco dei sei candidati che si contendono la presidenza del Municipio XV

Roma torna alle urne: il 3 e il 4 ottobre si vota per scegliere il sindaco e rinnovare l’Assemblea Capitolina, ma anche i presidenti di municipio e i consigli municipali. In Municipio XV sarà una sfida a sei: a contendersi lo scranno più alto del Roma nord una donna e cinque uomini. Chi vincerà prenderà il posto del presidente uscente del M5s Stefano Simonelli che dopo cinque anni di governo del territorio ha deciso di non ricandidarsi. 

Municipio XV: tutti i candidati presidente

Vediamo dunque chi in Municipio XV prende parte alla sfida per la conquista del Roma nord: storico feudo del centrodestra negli ultimi otto anni però governato prima dal centrosinistra e poi dal M5s. 

La coalizione di centrodestra schiera un veterano della politica municipale, seppur in altro territorio: quello del II. Andrea Signorini (intervista - biografia) è il candidato presidente del centrodestra in Municipio XV. Il centrosinistra gioca la carta del già minisindaco (2013-2016) Daniele Torquati (intervista - biografia). Il M5s propone Irene Badaracco (intervista - biografia). La lista Calenda sindaco candida alla presidenza Tommaso Martelli (intervista - biografia). Salvatore Basile (intervista), già assessore nella giunta di Monica Lozzi in VII, è il candidato presidente di ReVoluzione Civica. Paolo Coscione (intervista) quello del Popolo della Famiglia. 

Municipio XV: come si vota

Per votare il presidente si dovrà mettere una X sul nome del candidato scelto (voto solo al presidente e a nessun partito) o sul simbolo di una lista ad esso collegata o ancora sia sul nome del candidato presidente che sul simbolo della lista. Si possono scegliere anche i consiglieri: il Consiglio Municipale è composto da 24 consiglieri più il presidente. Per indicare i nomi a cui dare la propria preferenza basterà scrivere accanto al simbolo della lista barrata con la X il nome e il cognome di massimo due candidati appartenenti alla stessa lista indicata: in base al principio della preferenza di genere dovranno essere un nome maschile e un nome femminile, non è possibile indicare due candidati consiglieri dello stesso sesso. In quel caso c’è l’annullamento della preferenza per il secondo nome scritto. 
 
Se il 3 e 4 ottobre nessuno dei candidati presidenti dovesse raggiungere la soglia del 50% più 1 dei voti, si andrà al secondo turno: il ballottaggio tra i due candidati presidente più votati si svolgerà domenica 17 e lunedì 18 ottobre. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Municipio XV: tutti i candidati alla presidenza

RomaToday è in caricamento