rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
RomaNord Via Arcore

Arsenico nell’acqua: per famiglie e aziende della Flaminia ancora un anno di stop al consumo

La Sindaca Raggi ha firmato una nuova ordinanza: niente consumo ad uso umano per sessantuno utenze allacciate al ramo Malborghetto dell’acquedotto Arsial

Arsenico nell’acqua e sessantuno utenze di Roma nord che per tutto un altro intero anno non potranno utilizzare per il consumo umano l’acqua dell’acquedotto Arsial Malborghetto. La Sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha firmato una nuovo ordinanza che proroga il divieto fino al 31 dicembre 2020. 

Arsenico nell’acqua: niente consumo per Roma nord

Mentre i rami “Brandosa”, “Monte Oliviero”, “Piansaccoccia”, “Santa Maria di Galeria”, “Camuccini”, “Santa Brigida” e “Casaccia-Santa Brigida”, già fatti oggetto di divieto di consumo idrico, sono stati integralmente risanati, restano invece le criticità sul ramo Malborghetto. 

Così le famiglie e le attività produttive di quella parte della via Flaminia, comprese le viuzze laterali come via Vignanello, via Barlassina, via Arcore, via Lograto, via Cornalba e la stessa via Malborghetto, dovranno ancora attendere. Niente consumo ad uso umano dell’acqua dei rubinetti. 

Bonifica acquedotto Malborghetto

Per il progetto di bonifica previsto l’investimento di oltre 1milione e 700mila euro, durata stimata dei lavori 365 giorni. 

“La proroga – hanno fatto sapere dal Campidoglio - si rende necessaria con riferimento al ramo idrico Malborghetto per consentire l’espletamento di alcune attività tecnico amministrative necessarie all’approvazione ed esecuzione della progettazione e dichiarazione di pubblica utilità”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arsenico nell’acqua: per famiglie e aziende della Flaminia ancora un anno di stop al consumo

RomaToday è in caricamento