PratiToday

Una App di quartiere "per uscire dalla crisi": così a Trionfale attività storiche, locali e mercato vogliono rilanciarsi

L'iniziativa autofinanziata per resistere a colossi del delivery, a limitazioni e costi della fase 2: "Non sopportiamo di vedere vicini che riconsegnano le chiavi, vogliamo ripartire"

foto Facebook: Pasta Pica

Fare rete per uscire tutti insieme dalla crisi economica da Coronavirus: bar, locali e ristoranti si affidano alla tecnologia per ripartire. In attesa di poter riaprire e conoscere le norme che regoleranno ingressi e permanenza della clientela all’interno delle attività, nel quartiere Trionfale i commercianti hanno deciso di far sviluppare un’App che permetterà loro di comparire sui supporti elettronici e così proporre menù e servizi sfruttando l’online. 

Nei ristoranti "riduzione del 50% dei posti"

Si perché da Prati al Delle Vittorie è forte la convinzione che l’immediato futuro di negozi e soprattutto ristorazione sarà ancora molto legato a consegne e take away. Le previsioni di CNA Roma parlano chiaro: se nei ristoranti per ogni cliente dovranno esserci quattro metri quadrati a disposizione, per un tavolo da due servono otto metri quadrati e un distanziamento di due metri lineari tra un tavolo e un altro. "Vuol dire che il ristorante – ha lanciato l’allarme il presidente Stefano Di Niola - avrebbe una riduzione di circa il 40-50% dei posti disponibili. Questo farebbe lievitare i costi per il cliente in modo pazzesco, perché come può un gestore o un proprietario potersi consentire un costo così altro con così pochi coperti?”

Trionfale App: locali e ristoranti del rione fanno rete

Dunque serve anche una strada alternativa. Trionfale App consentirà sia la consegna a domicilio di beni e pasti, quindi il delivery, sia l’asporto su appuntamento. Ad aderire anche alcuni banchi del mercato Trionfale e attività artigianali.

“L’obiettivo è quello di creare un network di quartiere dove tutti potranno ordinare cibo ma anche la spesa del mercato. Ogni bene potrà essere ricevuto direttamente a casa, attraverso i nostri rider, o essere ritirato nell’orario stabilito evitando quelle file chilometriche che vediamo ogni giorno” - spiega Marco Leofreddi, titolare di Coney Island Street Food tra i promotori dell’iniziativa. 

Così Trionfale resiste allo strapotere dei colossi del delivery

Un’applicazione autofinanziata e ‘locale’ “in contrapposizione ai colossi del delivery che, in piena crisi, - sottolinea Leofreddi – hanno aumentato i costi delle commissioni incidendo soprattutto sui nuovi iscritti alle piattaforme. Trionfale app vuole funzionare senza nessuna commissione per l’esercente e senza nessun costo di consegna per i clienti”. 

Un applicativo che promette di rimodulare e portare al passo con i tempi la ristorazione del Trionfale dove insistono molte attività storiche, dentro alla App la Trattoria Micci li dal 1936, il pastificio Pica con produzione dal 1950 e anche l’Isola delle Spezie: “Siamo già ad una trentina di adesioni, oltre alle attività più nuove e moderne ci sono dentro anche ristoranti storici del rione che, con la crisi da Coronavirus, hanno dovuto reinventarsi. Purtroppo per ripartire non basta l’entusiasmo dei primi giorni, serve continuità. Mala tempora currunt e dunque bisogna trovare l’alternativa per uscirne e non aspettare aiuti che non sappiamo nemmeno se arriveranno. Qui c’è tanta voglia di riprendere la nostra quotidianità, non sopportiamo – aggiunge Leofreddi – di vedere nostri ‘vicini’ essere costretti a riconsegnare le chiavi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

Torna su
RomaToday è in caricamento