menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cantiere partito in via degli Scipioni (foto Agenzia Dire)

Il cantiere partito in via degli Scipioni (foto Agenzia Dire)

Via degli Scipioni, la strada di Prati si rifà il look: "Via i sampietrini, nuovi alberi e nuovi marciapiedi"

La presidente del I municipio Sabrina Alfonsi: "Quello partito oggi è un rifacimento atteso per il quale abbiamo voluto mettere in bilancio 1,2 milioni di euro. Durerà 6-7 mesi"

Fonte Agenzia Dire - Al via da oggi la riqualificazione di via degli Scipioni, importantissima strade che attraversa il rione Prati mettendo in collegamento il lungotevere Michelangelo con via Leone IV. Questa mattina, alla presenza della presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, sono partiti i lavori destinati a ridare un nuovo look all'elegante strada: sarà rifatto l'asfalto della carreggiata ma soprattutto saranno rimessi a dimora 81 alberi della specie pruno, mentre saranno totalmente riqualificati i marciapiedi, oggi in uno stato di evidente abbandono e degrado. La strada, molto trafficata anche a causa della presenza di molti esercizi commerciali, è lunga circa 1.300 metri e presenta una larghezza media di 12 metri ma la presenza di parcheggi spesso posizionati 'a spina', su in entrambi i lati, riduce la sezione stradale a poco più di 3,5 metri. 

Allo stato attuale la pavimentazione della sede stradale del tratto di via degli Scipioni compreso fra il lungotevere e via Ottaviano è in asfalto mentre il tratto compreso fra via Ottaviano e via Leone IV è in selciato. Ai lati della sede stradale sono presenti su entrambi i lati i marciapiedi, aventi ciascuno una larghezza media di circa 2,7 metri. L'intervento, fortemente voluto dal I municipio, prevede una serie di passaggi. Sulla strada, al fine di mettere fine alle sovrapposizioni di toppe e strati di asfalto che ne hanno alzato la quota e reso il fondo non omogeneo, con dossi o avvallamenti, si procederà al totale rifacimento delle pavimentazioni così da eliminare le zone dissestate e mettere in sicurezza il passaggio.

Gli interventi previsti

Nel tratto da via Luigi IV a via Ottaviano si prevede la rimozione della pavimentazione in selciato e la ripavimentazione in asfalto. I sampietrini recuperati verranno riutilizzati in parte per il rifacimento dei passi carrabili e per il ripristino delle cunette in selciato. La restante parte verrà conservata nei magazzini per essere poi ricollocati in altre strade pedonali del centro. Non sono previsti interventi di risagomatura della carreggiata stradale e dei marciapiedi che manterranno il loro disegno attuale. 

Per quanto attiene i marciapiedi l'intervento prevede l'impiego di soluzioni progettuali tali da evitare ogni discontinuità di quota che possa costituire ostacolo od impedimento per soggetti con difficoltà motorie. La pavimentazione sarà compeltamente rifatta, per tutta la loro lunghezza, con conglomerato bituminoso. Tutti i cigli ammalorati verranno sostituiti, cosi' pure verranno sostituiti quelli di materiale diverso dal granito. E ancora: saranno piantumati 81 nuovi alberi in asole apposite con nuove bordure di forma quadrata in sampietrini. Saranno infine pulite le caditoie, rifatti i passi carrabili con i sampietrini (ad eccezione di quelli già realizzati di recente in selciato) e ridisegnata la segnaletica stradale. L'intervento dovrebbe durare complessivamente tra i 6 e i 7 mesi: si prevedono circa 15 giorni di lavori per ogni tratta. 

"Via degli Scipioni rinasce. Quello partito oggi è un rifacimento atteso per il quale abbiamo voluto mettere in bilancio 1,2 milioni di euro, anche se poi con i ribassi d'asta si scenderà a un milione. Verranno rifatti tutti i marciapiedi, la sede stradale e con l'aiuto dei cittadini saranno piantumati 81 alberi" commenta la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, nel corso del sopralluogo al cantiere. "Verranno tolti i sampietrini - ha aggiunto Alfonsi - via degli Scipioni è una strada che per quasi metà è fatta di sampietrini e per l'altra parte di asfalto. I sampietrini rimarranno soltanto al bordo nelle cunette vicino ai marciapiedi, intorno agli alberi e nella parte di portoni che hanno la carrabilità. Quindi rimarrà la storia ma sicuramente ci sarà una migliore funzionalità della strada". 

"L'intervento - ha concluso - durerà circa 6-7 mesi e contiamo di finire intorno ad agosto. Per non creare problemi alla viabilità, il cantiere sarà fatto per tratte, quindi si sposterà incrocio per incrocio lasciando il più possibile il passaggio completo. Per quanto riguarda gli alberi, l'associazione PratiVerde ha lanciato una raccolta fondi per trovare le risorse necessarie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento