Prati Prati / Piazza Cavour

Piazza Cavour, via al conto alla rovescia per l'apertura del parcheggio il 31 dicembre

Il sindaco Alemanno, l'assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma, l'assessore ai Lavori pubblici e Periferie Fabrizio Ghera e la presidente del XVII municipio Antonella Giusti inaugurano un orologio "contatempo" nel cantiere

credit Tmnews/infophoto

È iniziato il conto alla rovescia per l'apertura del parcheggio interrato di piazza Cavour. Un orologio “contatempo” (costato 5mila euro) che segna i giorni, le ore, i minuti e i secondi che rimangono alla chiusura dei lavori è stato inaugurato oggi dal sindaco Gianni Alemanno insieme all'assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma, l'assessore ai Lavori pubblici e Periferie Fabrizio Ghera e la presidente del XVII municipio Antonella Giusti.

Il parcheggio, i cui lavori finiranno il 31 dicembre 2011, avrà tre piani interrati, 333 box e 303 posti a rotazione in stalli aperti, più altri 71, per un totale di 333 posti. Al parcheggio si accederà da quattro rampe lungo i lati corti di piazza Cavour, due per ogni senso di marcia. Il costo totale dell'opera è di 26 milioni e 866mila euro, finanziati interamente dalle società concessionarie Consorzio Co. Park roma, Cavour Park srl e VF Parking srl. Per il sindaco Alemanno, il parcheggio di piazza Cavour è “un'idea strategica, per la piazza ma anche per la questione del Tridente. In attesa di quello del Galoppatoio, questo è il più importante parcheggio in costruzione, di grande livello ingegneristico”, mentre per l'assessore Aurigemma il parcheggio, che rientra nel Piano Urbano Parcheggi ed è collegata alla Pedonalizzazione del Tridente, “andrà ad impattare in maniera positiva sulla mobilità di una zona strategica della nostra città”, coinvolgendo un migliaio di persone, tra lavoratori diretti e indotto nella realizzazione del parcheggio, “a dimostrazione di come, anche in tempi di crisi globale, l'Amministrazione riesca a portare avanti opere che sono fondamentali per Roma e che costituiscono un volano per l'economia”.

Intanto è stato esposto uno striscione in pvc lungo tutto il perimetro del cantiere con la scritta “Roma è la nostra casa. Rispettiamola”, tradotto in dieci lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, giapponese, cinese, arabo, rumeno e albanese”, per sensibilizzare romani e non al rispetto del decoro della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cavour, via al conto alla rovescia per l'apertura del parcheggio il 31 dicembre

RomaToday è in caricamento