rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Prati Prati / Via Sabotino

Prati, gli alberi tornano al loro posto sui marciapiedi: ad acquistarli i residenti

Al via il progetto "ReTrees" anche nel quartiere Della Vittoria. Daniela Brignone (PratiVerde): "Rimosse le vecchie ceppaie, siamo pronti a piantare gli alberi acquistati. Ognuno avrà il cartellino del proprio donatore"

Prima hanno effettuato un censimento. Poi hanno lanciato una raccolta fondi. Ora sono pronti a cogliere i frutti del proprio lavoro. A beneficiarne sarà Prati, dove arriveranno nuovi alberi.

I ciliegi da mettere a dimora

“Avevamo previsto di piantarli il 20 gennaio ma l’operazione è slittata di un giorno a causa del maltempo. Siamo comunque pronti per mettere a dimora i nuovi alberi, in via Sabotino” ha spiegato Daniela Brignone, presidente dell’associazione Prati Verde. Ne beneficerà una strada nel quartiere Della Vittoria , via Sabotino. Lì verranno sistemati da un vivaio già autorizzato 18 Prunus kanzan, un ciliegio particolarmente coriaceo che può misurare fino ad otto metri di altezza.

I progetti ReTree

“La nostra è una replica dell’iniziativa ReTree Porta Metronia – ha spiegato la portavoce di Prati Verde – che nel municipio VII è già riuscita a mettere a dimora 300 alberi donati dai cittadini”. Il progetto prevede un’iniziale mappatura del territorio, con l’individuazione delle strade in cui gli alberi, una volta tagliati, non sono stati sostituiti. Nel quartiere Della Vittoria il censimento ha portato ad individuare l’assenza di 1100 alberi. I cittadini puntano, facendo leva sulle proprie risorse, a piantarne un centinaio. 

Quanti alberi tornano sui marciapiedi

“Partiamo con via Sabotino, dove abbiamo ottenuto che il servizio giardini di Roma Capitale, rimuovesse le ceppaie rimaste. Poi proseguiremo con via degli Scipioni” dov’è prevista la messa a dimora di oltre 80 alberi. Il progetto prevede inoltre la consegna di targhe molto particolari. Servono infatti a stabilire una sorta di relazione, auspicabilmente duratura, tra chi ha effettuato la donazione e l’albero piantato.

Un legame duraturo

Le targhe, che verranno consegnate nella giornata di sabato 22 gennaio, sono infatti  “personalizzate con le dediche che ciascun donatore potrà legare al proprio albero, del quale si prenderà cura nei mesi a venire, specialmente con l’innaffiamento nel periodo più caldo” ha chiarito l’associazione Prati Verde. Una sorta di “adozione” che consentirà agli alberi di attecchire e crescere sani, restituendo ai marciapiedi quel tocco di verde di cui erano rimasti sprovvisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prati, gli alberi tornano al loro posto sui marciapiedi: ad acquistarli i residenti

RomaToday è in caricamento