Borgo

Piazza Cavour "cantiere parcheggio" di degrado e sporcizia

Quattro anni fa l'inizio dei lavori per il parcheggio interrato. Quasi subito però il blocco dei lavori, mai avanzati a differenza di degrado e sporcizia che hanno trasformato la suggestiva piazza di Prati in un cantiere infinito

piazza_cavour

Le palme spuntano dalle palizzate che circondano l’intero perimetro ovale di una delle più belle piazze della capitale, piazza Cavour. Tutt’intorno il perimetro delle transenne d’acciaio reticolate, che lasciano intravedere l’erbaccia alta e i cumuli di cartacce, persino qualche vecchio cartellone divelto, segni del tempo trascorso nell’oblio. A tratti le  impalcature si innalzano al cielo. Benvenuti a Piazza Cavour, nel cuore di Roma, dove da quattro anni una delle più suggestive zone della Capitale è preda del degrado e della sporcizia che hanno trasformato quest'angolo d'oro di Prati - Borgo Pio, in una zona abbandonata a sé stessa.

Circa 4 anni fa infatti la piazza fu recintata per la costruzione di un parcheggio interrato di 707 posti, di cui la metà a rotazione, per risolvere l’annoso problema della mancanza di posti auto, in un sito ad alta congestione di traffico per la presenza del Palazzaccio e del cinema Adriano.

Su un lato il cartellone indica ancora che sono in corso “le indagini archeologiche preliminari” ad opera della concessionaria Co.Park Roma e Cavour Park. I tempi di lavoro previsti, 18 mesi, ma sono passati circa 4 anni e il cantiere fantasma è ancora fermo.

piazza_cavour_1Chiedendo il parere dei commercianti che operano ai margini della piazza, all’enoteca rispondono che “è giunta notizia della ripresa dei lavori per la fine del mese. La lunga interruzione è dovuta a problemi burocratici ed amministrativi ma anche strutturali, poiché nel sottosuolo si trova la sabbia, data la vicinanza del Tevere”.

Nel ristorante-pizzeria poco più in là, i titolari sono esasperati dai lunghi anni di degrado arrecati dal cantiere, bloccato appena aperto, dopo l’effettuazione dei primi sondaggi. “E’ stato fatto uno scavo al centro della piazza, dicevano per realizzare una galleria di servizio, poi tutto si è fermato”, sostengono i gestori. “Hanno stravolto una delle più suggestive piazze di Roma, spostato le fermate e i capolinea delle linee Atac. Appena aperto il cantiere, sono usciti numerosi topi. La piazza,  deturpata dal degrado e dalla sporcizia, è un pessimo biglietto da visita per i turisti ed invivibile per chi ci vive e lavora. Prima con il suo giardino veniva animata dalla Fiera del Libro, dalla pista di pattinaggio, dai passanti che vi portavano a passeggio cani e bambini. Il cantiere ci ha portato via anche l’afflusso di persone ed utenti del parco, incidendo sul calo del fatturato dei commercianti”.

Una storia oscura quella del cantiere. Secondo il direttore del cantiere, Maurizio Frangipane, il progetto, dopo aver superato la "Via", la valutazione di impatto ambientale, è stato sospeso per risolvere  il problema dell'interferenza con il Palazzaccio, la cui stabilità poteva essere compromessa dal vicino parcheggio sotterraneo. Poi il comitato tecnico amministrativo del ministero delle Infrastrutture ha dato il via libera 1 anno fa

Già mesi fa il consigliere comunale del Pd Athos De Luca aveva chiesto cosa impedisse “il completamento del parcheggio. Perché il Comune è stato fermo da aprile a novembre 2008? Perchè la conferenza dei servizi non si conclude e malgrado il parere favorevole del Ministero delle Infrastrutture vi sono ancora ostacoli? C'è in atto un sabotaggio al parcheggio? Il protrarsi della permanenza del cantiere crea un grave disagio ai residenti, privati dello spazio verde dei giardini e ritarda oramai al di là di ogni sopportazione la riqualificazione della piazza e l'uso di un parcheggio molto importante per la città”.

Ora è la volta del consigliere comunale Alessandro Onorato, capogruppo UDC, a spronare la maggioranza: “Il permesso per costruire il parking è del 2006, una richiesta della società appaltatrice a fare un terzo livello del 2007, un successivo parere positivo del Comitato Tecnico Amministrativo del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per il Lazio del 2008, e altre sospensioni per indagini archeologiche sino al gennaio 2009. Ad oggi, i lavori sono pressoché fermi, il cantiere deturpa la piazza e i cittadini - costretti dalle crepe a chiamare più volte i Vigili del Fuoco per fare le dovute verifiche - lamentano possibili problemi alla staticità delle palazzine limitrofe. Ho presentato un'interrogazione urgente al Sindaco affinché venga garantita la staticità degli edifici circostanti”.

Da noi interpellato, l'assessore comunale alla Mobilità Sergio Marchi, non ha fornito alcuna risposta. In compenso  circa un mese fa, in occasione della presentazione da parte del sindaco del "Nuovo piano parcheggi" che vedrà aprire in città entro la fine dell’anno 36 cantieri, Marchi ha precisato che “il parcheggio di piazza Cavour darà il via ai lavori. Il blocco dei lavori è stato causato dai problemi per l’assetto della viabilità di superficie e per la vicinanza del palazzo della Cassazione”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cavour "cantiere parcheggio" di degrado e sporcizia

RomaToday è in caricamento