PignetoToday

Voragine in via Dulceri, ancora tutto fermo: richiesta la 'somma urgenza'

Sono passati due mesi e la strada è ancora chiusa. Compromesso un tratto di rete fognaria. Il Municipio chiede il ricorso allo stato di "Somma Urgenza" per intervenire al più presto

A due mesi esatti dall'apertura della voragine è tempo di informare i cittadini. Siamo in via Augusto Dulceri al Pigneto e il gruppo Sel del municipio Roma VI ha organizzato un'assemblea sul luogo per spiegare ai residenti la situazione e le cause del ritardo nei lavori di messa in sicurezza e di ripristino della viabilità. L'assessore ai Lavori Pubblici, Stefano Veglianti, e il consigliere Sandro Santilli, hanno illustrato, documenti alla mano, le difficoltà incontrate dai tecnici di Acea SpA per la sistemazione del tratto di rete fognaria crollata a causa della enorme massa di acqua che si è incanalata nelle cavità del sottosuolo.  

Lo smottamento della strada ricorda episodi simili avvenuti sulla stessa strada nel 1997, in piazza Copernico nel 2001 e in via Bufalini nel 2008, quando a precipitare nel sottosuolo fu addirittura un autocompattatore dell'AmA. Riparata la perdita della condotta idrica e riempita la voragine, l'Acea ha ritenuto di effettuare alcune indagini del sottosuolo dal quale è stata riscontrata la presenza di un sistema di gallerie affioranti che hanno compromesso anche un tratto di rete fognaria, da qui la necessità del ricorso al geologo e ad ulteriori sondaggi e verifiche.

Inquietante la cartina predisposta dal geologo Huber del Comune di Roma nella quale sono evidenziate le due grosse cavità riscontrate che arrivano a lambire il palazzo all'angolo di via dei Zeno. Come Municipio l'assessore Veglianti ha dichiarato: "Non abbiamo i fondi necessari ad affrontare la complessità del problema per cui abbiamo chiesto immediatamente un incontro con il dipartimento e con l'Assessore ai LL.PP. On.le Ghera.  L'incontro  si è tenuto mercoledì mattina ed stato alquanto deludente. Ha visto la sola partecipazione di un funzionario e l'assenza dell'Assessore Ghera non ci ha consentito di formula la nostra richiesta per il ricorso a Somma Urgenza, unico strumento per intervenire con celerità affidando il lavoro alle Imprese che già operano per conto del Municipio e quindi senza la lungaggine burocratica dell'Appalto attraverso il Bando di Gara che equivarrebbe ad avere viragine e strada chiusa per anni ".

Tra i cittadini presenti anche i commercianti della strada i quali hanno lamentato un vero e proprio crollo economico e già da lunedì inizieranno una raccolta di firme per sensibilizzare sia l'Acea SpA e sia l'Assessore Ghera ad impegnarsi per risolvere nel più breve tempo possibile il problema. La riunione si è sciolta con l'impegno da parte dell'Assessore Veglianti e del consigliere Santilli a far presentare una Question Time e una Interrogazione Urgente in Consiglio Comunale, mentre in consiglio Municipale sarà presentato un Ordine del Giorno per sollecitare l'autorizzazione al ricorso alla Somma Urgenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento