PignetoToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Torpignattara raccontata dai bimbi della Pisacane, il progetto finanziato dal Mibact

La sua connotazione multietnica gli ha sicuramente fornito una spinta in più. Ed è con entusiasmo, passione e scoperta del territorio in cui vivono che gli alunni delle classi IV e V della scuola elementare Pisacane, in via Acqua Bullicante nel quartiere di Torpignattara, hanno partecipato e sono diventati i grandi protagonisti del progetto di rigenerazione urbana “Scuola, spazio aperto alla cultura” lanciato nel 2016 dal Mibact.

 

E nella giornata di ieri, venerdì 15 dicembre, la scuola ha aperto le porte a genitori e cittadini della zona per vedere da vicino il lavoro fatto dai piccoli studenti. La pioggia ha cancellato il tour organizzato per le strade di Torpignattara, ma i bimbi non si sino dati per vinti e, con il loro tesserino da “guida turistica di Torpignattara” al collo, hanno illustrato i luoghi del quartiere che hanno imparato ad amare e conoscere nel grande atrio e nelle aule della loro scuola.

“Il progetto ha riguardato una riqualificazione e rigenerazione strutturale di una parte dell'istituto, come la facciata della scuola che ora mostra i volti di alcuni degli alunni della scuola, il cortile e l'aula laboratorio – spiega Maura Romano di Melting Pro, organizzatore del progetto – ma non solo, perché i bambini hanno partecipato in prima persona alla creazione delle opere di street art dentro e fuori la scuola, fatto laboratori di architettura e di storeling, con il quale si sono poi cimentati nel ruolo di guide turistiche del quartiere con dei veri e propri tour organizzati. Siamo molto soddisfatti della riuscita”. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento