PignetoToday

Viale Filarete, il Cdq contro Fratelli d'Italia: "I consiglieri? Come le mosche cocchiere"

Presidio di Fdi-An nella strada chiusa da un anno per la voragine. Ma il cdq boccia l'iniziativa: "Nessun consigliere può proclamare di aver fatto qualcosa per viale Filarete"

Il comitato di viale Filarete contro Fratelli d'Italia. Secondo il Cdq i rappresentati in V Municipio del partito di Giorgia Meloni hanno organizzato, nel pomeriggio del 27 giugno, un presidio per sollecitare l'avvio dei lavori nella strada colpita dalla voragine ormai un anno fa. Una manifestazione che però ha indispettito il comitato di quartiere. "I rappresentanti di Fratelli d'Italia vogliono offrire aiuto alla causa ma sono fuori tempo massimo...dove stavano in tutto questo lungo anno?" accusa il comitato in una nota stampa. 

NO A STRUMENTALIZZAZIONI - "Sia i Consiglieri Municipali di maggioranza che quelli di opposizione non si sono mai visti - continua la nota -. Ci dispiace ma una forza senza bandiere per un anno si è battuta da sola per arrivare al traguardo e non vogliamo che qualcuno strumentalizzi la nostra battaglia e si appropri di meriti non suoi. Noi non vogliamo vedere alcun consigliere municipale di questa consiliatura presentarsi e proclamare di aver fatto qualcosa per la riapertura di viale Filarete"

UN ANNO DI LOTTE - Il comitato poi elenca e rivendica le battaglie sostenute nel corso degli ultimi dodici mesi per la riapertura della strada. "Solo oggi manifestano per sostenere inizio lavori a viale Filarete. I cittadini del Comitato di Filarete ricordano che la loro vertenza è iniziata subito dopo il 23 aprile 2013. Questo lungo anno ci ha visto riuniti in 3 assemblee pubbliche per comprendere meglio come agire, ci siamo confrontati  con le istruzioni per far nascere nel Presidente e nel Sindaco la massima attenzione e spingerli ad agire tempestivamente per la riapertura della strada".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I FONDI - "A marzo - continua il comitato - si è deciso di intraprendere l'azione di raccogliere firme e ben 1000 cittadini firmando la petizione hanno chiesto al Sindaco e al Presidente di stanziare i fondi necessari per dare inizio ai lavori". Il comitato spiega poi di aver ricevuto rassicurazioni sull'avvio dei lavori, ma le risorse necessarie dovranno attendere che l'aula Giulio Cesare si esprima sul bilancio. "A maggio abbiamo salutato con soddisfazione la notizia che erano stati stanziati 400.000 euro ma impegnabili  solo dopo l'approvazione del bilancio che avverrà a fine luglio e questo ci ha reso felici ma delusi per il mancato rapido inizio dei lavori". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento