rotate-mobile
Torpignattara Prenestino / Via Teano

Via Teano chiusa, tra Torpignattara e Centocelle caos traffico. Georadar per riaprire la strada

La circolazione in via Teano è sospesa ormai dal 26 aprile, da quando cioè l'asfalto ha ceduto. I tecnici del Comune e del Municipio stanno cercando di capire se vi siano altre depressioni

Il suolo del V Municipio continua a sprofondare, e le voragini a spalancarsi nell’asfalto con conseguenti modifiche al traffico e chiusure di strade. L’ultima a essere chiusa, per motivi di sicurezza, è stata via Teano, lo scorso 26 aprile, e a distanza di un mese ancora non ci sono notizie certe sulla riapertura. 

La fragilità del suolo del V Municipio è ormai nota, ed è causata principalmente dal reticolo di gallerie e cavità su cui poggia. Cunicoli antichissimi, quasi tutti risalenti all’epoca romana, le cui volte spesso cedono a causa di infiltrazioni di acqua e sollecitazioni continue dovute a scavi o al passaggio costante di tir e mezzi pesanti. Nel corso degli anni si sono aperte numerose voragini soprattutto nel quadrante che circonda il parco Almagià, nella Torpignattara storica, e a fine aprile c’è stata una nuova “escalation”.

Le tre voragini di aprile

I problemi sono iniziati la sera del 24 aprile, quando una condotta dell’acqua vecchia di 70 anni si è guastata trasformando via di Torpignattara in un fiume e lasciando per oltre 10 ore senz’acqua centinaia di residenti. Tempo pochi giorni, e altre due voragini si sono spalancate in via Teano e in via Casilina all’altezza dell’incrocio con via Zurla. Nel primo caso, il cedimento si è verificato durante lavori condotti da Italgas, nel secondo a causare la voragine è stato un problema all’impianto fognario. 

Le previsioni per la riapertura di via Teano

Via Teano è stata quindi chiusa al traffico da viale Partenope al civico 227 in attesa di accertamenti, ma a distanza di un mese ancora non è chiaro quando verrà riaperta, e i residenti fanno i conti con  una viabilità ancor più complessa del solito. Mercoledì l’assessora ai Lavori Pubblici del V Municipio, Maura Lostia, a effettuato un sopralluogo per capire come stanno procedendo i lavori. Che in realtà non sono ancora partiti, perché i tecnici devono capire prima se vi siano altre depressioni nel sottosuolo, utilizzando il georadar, così da individuarle e riempirle tutte.

La strada, quindi, resta chiusa, ma nel giro di pochi giorni dovrebbero arrivare i risultati degli accertamenti e venire dunque definite le tempistiche per la riapertura: "A seguito dei dati rilevati la scorsa settimana dai tecnici dipartimentali, si è ravvisata la necessità di alcuni saggi ispettivi nell’area di cantiere per mappare le depressioni del sottosuolo - ha confermato Lostia - Appena avremo i risultati, aggiornerò sulla tempistica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Teano chiusa, tra Torpignattara e Centocelle caos traffico. Georadar per riaprire la strada

RomaToday è in caricamento