rotate-mobile

A Villa De Sanctis la prima tappa del tour per i 75 anni della Costituzione

Dal cuore del V Municipio ha preso il via una serie di appuntamenti dedicati alla Costituzione. Il focus sull'articolo 47 e sul "diritto all'abitare"

È partito mercoledì pomeriggio dalla Casa della Cultura del parco di Villa De Sanctis, a Torpignattara, il “Tour della Costituzione”, iniziativa promossa dalla presidente dell’assemblea capitolina, Svetlana Celli, in occasione dei 75 anni della Costituzione Italiana.

Al primo appuntamento, incentrato sull’articolo 47 della Costituzione e sul “diritto all’abitare”, hanno partecipato la stessa Celli, il presidente del Municipio V Mauro Caliste, il costituzionalista Alfonso Celotto e il professor Francesco Sirleto, autore del libro “Le lotte per il diritto alla casa a Roma”.

“La nostra Carta vive attraverso il nostro impegno, ognuno di noi deve fare la sua parte per una reale custodia dei diritti di cittadinanza e di partecipazione. Solo così possiamo aspirare ad essere un Paese sempre più moderno e attento ai diritti di tutti - ha detto Celli - Il tema del ‘diritto all’abitare’ richiama alla massima sensibilità e responsabilità, soprattutto in quelle zone della città dove è più sentito questo problema. È la stessa Costituzione ad indicarci la strada. Il diritto all’abitare è diritto alla dignità, a non lasciare nessuno indietro. Si collega inevitabilmente al diritto al lavoro e alla giusta retribuzione per garantire ad ogni cittadino un’esistenza libera e dignitosa, aspetti ancora più evidenti in questo delicato momento storico”.

“Il Tour della Costituzione è uno strumento innovativo per far conoscere la Costituzione della nostra Repubblica ai cittadini più giovani. Conoscere le leggi che regolano la nostra vita sociale è un valido aiuto per prevenire la formazione di privilegi e ingiustizie - ha aggiunto il presidente del Municipio Roma V, Mauro Caliste - Grazie alla presidente Celli per aver scelto per il nostro Municipio il focus sull’art. 47, il diritto all’abitare, un tema caldo in questo territorio fin dagli anni 70, che con orgoglio, ha visto il sorgere dei movimenti per il diritto alla casa proprio dalle borgate storiche del nostro Municipio. Siamo particolarmente attenti all’argomento poiché insistono sul territorio 5000 alloggi dell’ERP e 2500 dell’Ater, e per far fronte ai  numerosi sfratti che avvengono abbiamo coinvolto le politiche sociali e  il Campidoglio, al fine di trovare soluzioni dignitose per tutti i cittadini. La sfida ora è non dimenticare ciò che il passato ci insegna e progettare un futuro basato sulle radici della memoria”.

Video popolari

A Villa De Sanctis la prima tappa del tour per i 75 anni della Costituzione

RomaToday è in caricamento