Martedì, 15 Giugno 2021
Torpignattara Quadraro / Via di Tor Pignattara

Tor Pignattara: tenta suicidio dopo ennesima lite familiare, salvato

Un agente in servizio di vigilanza riesce ad evitare una tragedia fermando un 41enne mentre stava cercando di impiccarsi con la cinta dei pantaloni alla grata di un cancello

Stavano cercando di suicidarsi utilizzando la cinta dei pantaloni come cappio. L’episodio è avvenuto ieri sera intorno alle ore 21 ,in uno stabile limitrofo al Commissariato di Polizia di Tor Pignattara, quando un 41enne di nazionaità peruviana ha cercato di appendersi alla grata di un cancello. Scena notata da un agente di Polizia in servizio di vigilanza interna presso la sede del Commissariato, che immediatamente è accorso, avvertendo contestualmente via radio anche la Volante di zona ed arrivando giusto in tempo per evitare il peggio, con l'aspirante suicida che si era appena stretto la cinta intorno al collo legandola ad una estremità ad un grata di un cancello. “Abbranciandolo”, l’agente è riuscito a sollevarlo e spostarlo, per poi immediatamente allentare la “stretta” al collo.

LITI FAMILIARI - L’uomo soccorso, accompagnato negli uffici del Commissariato in attesa di un medico per verificarne le condizioni fisiche, ha raccontato ai poliziotti di essere esasperato dalle continue liti familiari decidendo di farla finita. Dopo aver avvertito sua moglie e altri familiari, l’uomo è stato riaccompagnato a casa; mentre per l’agente di Polizia intervenuto sono state necessarie cure mediche per una lesione al polso della mano rimasta “incastrata” per qualche secondo tra la grata e l’uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Pignattara: tenta suicidio dopo ennesima lite familiare, salvato

RomaToday è in caricamento