PignetoToday

La Roma multietnica dai bimbi di TorPigna: Gervinho e Pjanic in visita alla Pisacane

Kouassi Gervinho e Miralem Pjanic per il quinto appuntamento dell'iniziativa A Scuola di Tifo promosso da Roma Cares, fondazione della Roma. Presenti l'assessore Paolo Masini e il sindaco Ignazio Marino

Visita a sorpresa nella scuola multietnica di Torpignattara. La Carlo Pisacane ha ospitato questa mattina i calciatori giallorossi, Kouassi Gervinho e Miralem Pjanic, per il quinto appuntamento dell'iniziativa A Scuola di Tifo promosso da Roma Cares, fondazione della Roma. Presenti l'assessore capitolino a Sport e Scuola, Paolo Masini, il sindaco Marino e il ceo della Roma, Italo Zanzi. 

Letteralmente sommersi dall'affetto dei bambini, da autografi, foto ricordo, e da domande dei piccoli studenti, l'ivoriano e il bosniaco hanno raccontato le loro vite, partite da infanzie complicate, tra povertà e guerra, prima di arrivere al successo. E lo hanno fatto tramite la proiezione di due video di Draw my life, in cui gli stessi giocatori hanno disegnato i momenti più significativi della loro crescita.

La Pisacane è la quinta delle otto scuole di periferia coinvolte nel progetto: nei giorni scorsi l'iniziativa aveva fatto tappa anche a Tor Bella Monaca, dove Radja Nainggolan aveva sensibilizzato i piccoli studenti sul tema del bullismo.

"È stato un appuntamento bellissimo, un evento straordinario con i giocatori della Roma per dire, ancora una volta, quanto lo sport sia importante per dare dignità a tutti. Abbiamo ascoltato delle storie bellissime come quella di Gervinho che ha dovuto superare tre test nel suo Paese prima di avere le scarpette per giocare" ha commentato il sindaco.

"Ho chiesto ai bambini: 'Voi lo sapete chi è il più bravo in matematica e chi in italiano?'. E loro lo sapevano, così come in una squadra si sa a chi passare la palla per fare gol. Se noi possiamo scegliere nella vita e nella società sulla base del merito - ha aggiunto Marino - vinciamo tutti, così come nel calcio".

Questo, ha sottolineato Masini, "è un progetto al quale teniamo molto. Oggi è stata una giornata molto particolare, sia per i giocatori che sono venuti, sia per la scuola dove ci troviamo. Stiamo chiedendo alle grandi società sportive di Roma di essere a disposizione della città, e la Roma lo sta facendo a 360 gradi. Dal prossimo anno - ha concluso l'assessore - inseriremo questo progetto nel Pof con la partecipazione delle varie federazioni sportive e delle grandi aziende romane, per promuovere quei valori che devono essere radicati nella città a partire dalla formazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento