menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tor Pignattara: "Il Comune dia risposte ai genitori della scuola Pisacane"

A puntare il dito contro le istituzioni locali la consigliera regionale Marta Bonafoni e il consigliere municipale Veglianti:"Quanto fatto fino ad ora non è sufficiente"

"Il Comune dia risposte ai genitori della scuola Pisacane". All'indomani del quarto furto all'interno dell'istituto di via di Acqua Bullicante a Tor Pignattara la consigliera regionale del Lazio Marta Bonafoni e il consigliere del Municipio V Stefano Veglianti puntano il dito contro il Campidoglio.

"Gli atti di vandalismo che accompagnano queste effrazione, che comportano poi l'inagibilità delle aule, necessitano di interventi celeri da parte di Roma Capitale e delle altre strutture preposte", scrivono in una nota. 

"In questa fase di convivenza con il coronavirus è evidente che il sistema scolastico non può subire ulteriori rallentamenti, per questa ragione chiediamo al Campidoglio ed alla Giunta municipale risposte puntuali all'appello dei genitori della Scuola Pisacane sui tempi per l'adozione di misure volte a contrastare questi fenomeni".

Proprio ieri, nel giardino che si trova sul retro dell'edificio, dal quale entrano i bambini più piccoli che frequentano la scuola comunale dell'infanzia, un nutrito gruppo di genitori ha manifestato la sua indigazione verso l'impossibilità da parte delle istituzioni locali di prendere provvedimenti d'urgenza. I genitori, in attesa dell'installazione di sistema di allarme, che verrà finanziato direttamente dal ministero dell'Istruzione, hanno chiesto al municipio di intervenire montando una porta blindata e della grate alle finestre. Secondo quanto si apprende, però, i tempi sono lunghi.

"È evidente che quanto finora fatto non è sufficiente, è assurdo che l'amministrazione Capitolina non riesca a tutelare" dopo quattro scassi "la struttura, nonché l'istruzione per le ragazze ed i ragazzi della Pisacane. Non essere riusciti ad affrontare questo problema in tempi rapidi rappresenta un fallimento delle Istituzioni, che ora devono rimediare nel più breve tempo possibile evitando rimpalli e lungaggini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento