rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Torpignattara Quadraro / Via dell'Acquedotto Alessandrino

Quali sono le priorità per Torpignattara? Lo decidono i cittadini

Tutti possono firmare il documento partorito dalla collaborazione tra il Comitato Municipio6 e i residenti del quartiere che hanno aderito all'iniziativo. In sette punti quali sono gli interventi necessari e prioritari per migliorare il quartiere

Proposte, idee, soluzioni per rendere migliorare il territorio del quartiere. Una zona in particolare: il quadrante tra via Filarete, via dell'Acquedotto Alessandrino e via Pietro Rovetti. Le ha buttate giù il Comitato Municipio6 in un documento scritto e concertato con gli stessi residenti di Torpignattara. Lo scopo, come si legge sul sito dell'associazione, è quello di fornire agli organi istituzionali competenti un quadro dei nodi "caldi" del territorio, in modo da avere materiale "per lavorare bene con interventi mirati dettati dalle richieste dei cittadini". Ecco la lista di priorità che tiene conto di due fattori sostanziali: "importanza dell’intervento e sua reale fattibilità".

 - Rifacimento dei marciapiedi in via di Torpignattara nel tratto compreso tra via dell’Acquedotto Alessandrino e Via Pietro Rovetti, con lastricato ed aiuole per gli alberi, come già realizzato nel segmento tra via Casilina e via Pietro Rovetti. Questo intervento è ritenuto necessario per il decoro urbano di un quadrante di quartiere abbandonato a se stesso e considerato di fascia B rispetto alla zona a ridosso della Casilina. Attualmente i Marciapiedi non prevedono scivoli per abbattere le barriere architettoniche, gli alberi piantumati non sono delimitati da aiuole pertanto quando piove la terra invade tutto il passaggio rendendolo impraticabile per il fango.

- Sgombero definitivo degli insediamenti abusivi in via degli Angeli. I cittadini segnalano che  periodicamente i campi si ripopolano di persone senza fissa dimora.
 
- Realizzazione di un passaggio pedonale attraverso un arco sul muro dell’acquedotto in via di Torpignattara (lato via Filarete) come già presente sul lato opposto della strada. Questo intervento è necessario per ripristinare la sicurezza dei pedoni che per raggiungere la fermata Atac subito dopo gli archi, o comunque per dirigersi verso la via Tuscolana, sono costretti a percorrere un pezzo di strada in carreggiata, rischiando la loro incolumità.
 
- Pulizia delle strade di tutto il quadrante più frequente e con l’utilizzo di mezzi e attrezzature tecniche idonee. Si richiede inoltre l’installazione di cestini in punti strategici, come nei pressi delle fermate degli autobus, vicino le panchine e altri punti di aggregazione.
 
- Le caditoie di tutto il quartiere sono sempre intasate, nelle giornate di pioggia l’acqua non viene raccolta e le strade diventano impraticabili ai pedoni. Una cura costante potrebbe migliorare di molto la qualità di vita del quartiere.

COME FIRMARE - Tutti i cittadini possono sottoscrivere il presente documento, con una semplice firma senza necessità di lasciare i dati del documento di identità. I moduli per le raccolte firme sono disponibili in alcuni esercizi commerciali di Torpignattara riconoscibili dalla locandina del Comitato affissa in vetrina o comunque ben visibile, oppure scaricando il modulo dal nostro sito internet www.municipio6.it direttamente dalla home-page e rinviandolo compilato e firmato via fax al numero 06-62201820 oppure via e-mail all’indirizzo info@municipio6.it.
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quali sono le priorità per Torpignattara? Lo decidono i cittadini

RomaToday è in caricamento