PignetoToday

Torpignattara, Diabolik diventa un murale: il graffito sul palazzo popolare

L'immagine dell'ex capo ultrà della Lazio assassinato a Roma, è apparsa tra venerdì e sabato in via Pietro Rovetti

Il volto sorridente, gli occhiali da sole e l'immancabile sciarpa della Lazio. Il volto di Fabrizio Piscitelli, l'ormai ex 'capitano' degli Irriducibili della Lazio ucciso mercoledì 7 agosto mentre si trovava su una panchina nel parco degli Acquedotti, è apparso sul muro di una palazzina popolare di Torpignattara, in via Pietro Rometti

Se sul muro la firma non c'è, sui social invece a rivendicare il disegno è Noah Graffiti come testimoniano anche le foto e i video apparsi. Nessun mistero, quindi, per il disegno portato a termine alla luce del giorno. Dubbi, invece, sulle autorizzazioni per portarlo a termine. Il Comune, infatti, non avrebbe autorizzato il disegno. 

Chi era Fabrizio Piscitelli, il Diabolik storico ultrà della Lazio

diabolik1-3

Piscitelli, meglio noto come Diabolik, nel corso degli anni, secondo le indagini della Guardia di Finanza, è emerso come fosse in stretto contatto con personaggi di livello assoluto come Massimo Carminati e Michele Senese detto 'o pazzo.

Gli inquirenti stanno ancora indagando per conoscere il nome del suo assassino, e il suo mandante. Non è escluso che a determinare la morte di Diabolik, sia stato un patto tra i signori della droga di Roma.

diabolik2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento