menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via di Tor Pignattara, troppo pericoloso per pedoni e ciclisti andare sulla Tuscolana: scatta il mailbombing

Oltre 280 mail verso Comune e Municipio per la "messa in sicurezza del tratto tra via Aicardi e via Tuscolana". L'iniziativa del Comitato di quartiere

Poche centinaia di metri che percorsi in auto, traffico permettendo, rappresentano una distanza di pochi minuti, ma che a piedi o in bicicletta sono un ostacolo insormontabile e pericoloso. E' quanto rappresenta via di Tor Pignattara nel tratto in cui, diventando via di Porta Furba, si immette su via Tuscolana e da lì alla vicina stazione della metro A. Per questo il Comitato di quartiere di Tor Pignattara è tornato a chiedere a Comune e Municipio di "predisporre tutti gli atti necessari alla messa in sicurezza del tratto" che va da via Giacomo Aicardi, a Tor Pignattara, a via Tuscolana. In pochi giorni sono già partite oltre 280 mail da altrettanti cittadini indirizzate alla sindaca Virginia Raggi, agli assessori coinvolti (Lavori pubblici, Mobilità, Urbanistica) ai presidenti delle commissioni capitoline interessate, ai dipartimenti corrispondenti e agli indirizzi del V municipio, dal presidente Giovanni Boccuzzi ad assessori e consiglieri competenti. Per facilitare l'invio della mail, gli attivisti del comitato hanno lanciato un form online (qui il link).  

"Da decenni questa arteria essenziale per l'entrate e uscita nel quartiere, nonché per il collegamento con la stazione 'Arco di Travertino' della Metro A, rappresenta un pericolo per la pubblica incolumità a causa dell'assenza di infrastrutture che mettano in sicurezza il transito pedonale e ciclabile", si legge nel testo della mail. "Il Comitato di Quartiere Tor Pignattara, dal 2015, chiede al municipio di farsi carico della problematica con una serie di interventi puntuali finalizzati a creare le condizioni di massima sicurezza per pedoni e ciclisti", continua. 

Tra gli interventi richiesti c'è "l'apertura di un varco pedonale all'altezza dell'incrocio tra via Tor Pignattara e Via Giacomo Aicardi, in direzione Tuscolana"; "l'allargamento del ponte carrabile posto dall'incrocio tra via di Porta Furba e vicolo di Villa Berta e l'incrocio tra via di Porta Furba e via degli Oppii"; "l'allargamento del marciapiede sotto il primo e il secondo cavalcavia posto lungo via di Porta Furba in direzione Tuscolana". E ancora. I cittadini chiedono la "creazione di un marciapiede sotto il terzo cavalcavia posto all’incrocio tra via di Porta Furba e via del Mandrione in direzione Tuscolana".

A sollevare nuovamente le richieste dei cittadini i lavori di bonifica della rete di fornitura idrica, da via Bartolomeo Perestrello a via Tuscolana, in programma per i primi mesi dell'anno. "Visto che uno dei 'moduli' funzionali del cantiere è previsto tra Via Galeazzo Alessi a via degli Angeli, chiediamo di sfruttare il momento per avviare gli interventi sopra descritti, nonché quelli di bonifica ambientale e messa in sicurezza degli argini della strada, al fine di contenere il dissesto delle massicciate che, soprattutto all'altezza di via del Mandrione, appaiono strutturalmente compromesse".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento