PignetoToday

Luigi Nieri a Tor Pignattara: "Problemi complessi, nessuno ha la bacchetta magica"

Il vicesindaco a confronto con i residenti: "A gennaio partirà il piano led, nel 2015 sbloccheremo gli investimenti per la biblioteca. C'è bisogno di un'azione costante delle Forze dell'Ordine, l'amministrazione da sola non ce la fa"

Foto Alessandro Moriconi

Un impegno costante e continuativo di Polizia Locale e Forze dell’Ordine e nuovi investimenti in servizi e cultura. Luigi Nieri, intervenuto in assemblea con i cittadini di Tor Pignattara, conferma gli impegni presi dal Comune, e annunciati ieri ai cittadini dal Presidente del Municipio Giammarco Palmieri, per fermare il declino del quartiere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma non illude nessuno: "I disagi di Tor Pignattara li conoscevo anche prima di salire al Campidoglio e conosco anche i limiti dell’amministrazione  - ha affermato il vicesindaco nella Sala Consiliare di Piazza della Marranella - Nessuno ha la bacchetta magica per risolvere problemi così complessi e stratificati. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, dei cittadini del quartiere e delle Forze dell’Ordine".

Il vicesindaco ha assicurato che il Comune farà la sua parte ma "da sola l’amministrazione non ce la fa. A gennaio - ha detto Nieri - partirà il piano led, nel 2015 sbloccheremo gli investimenti per la biblioteca ma se poi uno si ritrova lo spacciatore sotto casa non cambia nulla". 

CRIMINALITA’ ORGANIZZATA - La priorità resta dunque quella della sicurezza. "Molti dei problemi che avete sollevato - ha detto Nieri agli abitanti - sono molto simili a quelli del quartiere Pigneto, e in quel caso abbiamo faticato a far capire alle Forze dell’Ordine che c’era bisogno di una presenza costante sul territorio e di un lavoro di intelligence anche da parte della finanza". Nonostante gli sforzi, però, il problema rimane. "Quando ci sono fenomeni di spaccio così smaccati c’è qualcosa dietro. Se queste situazioni non si riescono a sradicare è perché ci sono dei pezzi di città in cui la malavita organizzata controlla il territorio". Per Nieri è fondamentale non abbassare la guardia. "C’è bisogno di una presenza costante e continuativa di Carabinieri e Polizia. L’errore più grande sarebbe sottovalutare il rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata". 

MIGRANTI - Sull’immigrazione Nieri ha sottolineato che "a differenza di altri quartieri qui il fenomeno non riguarda i centri di accoglienza”, dunque "non c’è stata nessuna volontà da parte dell’amministrazione di costruire un ghetto a Tor Pignattara. Questa situazione si è creata nel corso degli anni e nessuno ha la bacchetta magica per risolverla", ha detto il vicesindaco che sul fenomeno del sovraffollamento ha ammesso che "si tratta del problema più difficile da risolvere".  

CRISI E TAGLI - Il vicesindaco ha tirato in ballo anche la crisi e la scure dei tagli alla spesa. "In questi ultimi anni le Forze dell’Ordine hanno subito dei tagli pesanti i cui effetti sono sotto gli occhi di tutti. Con il Sindaco stiamo studiando alcune misure per limitare i danni, ad esempio mettere a disposizione delle Forze dell’Ordine alcune strutture comunali in disuso in cambio di una maggiore presenza sul territorio".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento