Torpignattara Alessandrino / Via Casilina

Torpignattara, furto in un bar. In arresto 23enne, è caccia ai complici

L'uomo si era introdotto all'interno dell'esercizio assieme ad altri tre uomini riusciti a fuggire a bordo di un'auto. La refurtiva, un televisore, il registratore di cassa e alcune bottiglie di alcolici, è stata restituita al gestore

Dopo aver forzato la porta d’ingresso e la recinzione che da accesso all’area esterna dell’attività commerciale sono entrati ed hanno asportato quanto di più redditizio hanno trovato. Il registratore di cassa, un grosso televisore al plasma di 50 pollici e numerose bottiglie che la banda di ladri ha raccolto all’interno di un grosso bidone e di alcuni sacchi in plastica.

Forse è stato proprio il fracasso provocato dalle bottiglie ad esser costato caro ai quattro. A causa del rumore  alcuni cittadini hanno segnalato al 113 la presenza di alcune persone che avevano forzato la porta d’ingresso di un bar in via Casilina. Quando dopo pochi minuti sono arrivati gli equipaggi del Commissariato Torpignattara e Porta Maggiore, i poliziotti sono riusciti ad individuare i quattro banditi che si sono dati immediatamente alla fuga. Due erano già saliti a bordo di un’auto e si sono allontanati velocemente mentre gli altri due sono fuggiti a piedi. I Poliziotti sono riusciti a bloccare solo uno di essi.


Si tratta di un cittadino rumeno 23enne, arrestato per furto aggravato in concorso, mentre sono ancora in corso le indagini per risalire ai complici dell’uomo. I poliziotti hanno poi effettuato un sopralluogo in prossimità del locale ed hanno sequestrato una pinza in acciaio ed un paio di tenaglie che i ladri avevano abbandonato in terra, così come la refurtiva, successivamente restituita al titolare del bar.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torpignattara, furto in un bar. In arresto 23enne, è caccia ai complici

RomaToday è in caricamento