Lunedì, 26 Luglio 2021
Pigneto Pigneto

Pigneto, all'istituto Manzi la protesta dei genitori: "Raccolta firme per mandare via la preside"

I genitori: "Le risorse inutilizzate vanno sbloccate"

Polemiche all’Istituto comprensivo Alberto Manzi, che comprende quattro plessi tra scuole secondarie e primarie, nel quartiere Pigneto. Il comitato dei genitori ha chiesto un incontro all’Ufficio scolastico regionale e all’assessore alla Scuola della Regione Lazio, Claudio di Berardino, mentre i genitori stanno raccogliendo le firme a supporto di una richiesta di "allontanamento della dirigente" scolastica.

“La mancanza di comunicazione si protrae da tempo”, ha spiegato a Romatoday il presidente del comitato genitori, Massimo Garofalo ma l’occasione che ha dato il via alla reazione dei genitori è stata la bocciatura del programma annuale 2020 da parte del Consiglio d’istituto, con 15 voti contrari su 17, che ha fatto finire la scuola in esercizio provvisorio con tanto di nomina di un commissario ad acta.

Al centro ci sono questioni di natura contabile: “La scuola ha 155mila euro di avanzo non programmato, quasi il doppio rispetto a quello dell’anno scorso”, spiega Garofalo. “Avevamo chiesto alla dirigente scolastica, Dolores Marrone, di dare una destinazione alla metà delle risorse, anche se parziale e in via provvisoria, ma la risposta è stata negativa. Ci sono state opposte ragioni di natura prudenziale in relazione alla gestione contabile".

Una prudenza "ingiustificabile", secondo i genitori, "per una scuola che ha bisogno di investimenti a sostegno della didattica e della progettualità e di interventi strutturali dal momento che, solo per fare un esempio, questo istituto ha palestre e teatri al limite dell’agibilità. Già l’anno scorso era stato registrato un avanzo non programmato di circa 75mila euro e quest’anno ci aspettavamo un cambio di passo che non c’è stato”.

Per Garofalo si tratta della “goccia che ha fatto traboccare il vaso”. I genitori lamentano infatti “difficili comunicazioni con la preside, tra tempi di attesa per essere ricevuti che sono molto lunghi e risposte che non arrivano. La scuola ha il compito di fare formazione, dovrebbe tendere al pareggio di bilancio non a chiudere in attivo”.

Romatoday ha contattato la dirigenza scolastica e resta a disposizione per riportare una posizione in merito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pigneto, all'istituto Manzi la protesta dei genitori: "Raccolta firme per mandare via la preside"

RomaToday è in caricamento