rotate-mobile
Pigneto

V municipio, nuovo porta a porta per bar e ristoranti e fototrappole per i furbetti: ecco le novità

Dopo un primo test in Centro storico il modello arriva a Roma est, insieme a una stretta contro l'abbandono di rifiuti ingombranti

Dal centro alla periferia. La nuova raccolta rifiuti per le utenze non domestiche (in gergo le und, ossia bar, ristoranti e negozi) arriva in V municipio, Pigneto, Centocelle, Tor Sapienza, Tor Pignattara, Collatino. Dopo una prima sperimentazione tra Prati e i rioni nel cuore della Capitale, ora tocca a Roma est testare il modello fortemente voluto dall'assessora ad ambiente e rifiuti Sabrina Alfonsi, da fine gennaio e per i trenta giorni successivi. Un territorio dove i rifiuti prodotti da pub, ristoranti e bar vari che negli anni hanno popolato i quartieri della movida notturna, specie Pigneto e Centocelle, sono diventati un serio problema per i residenti. Qui il modello di raccolta per le und lanciato dall'ex amministrazione grillina non è mai arrivato, e in generale su Roma non ha mai funzionato. Così gli abitanti si sono ritrovati a fare i conti ogni mattina con i secchioni strapieni di rifiuti qui conferiti dai titolari dei locali. 

"Sono fiducioso e lieto che la sperimentazione prosegua in periferia partendo dal nostro municipio - commenta a RomaToday il presidente Pd del V parlamentino di Roma, Mauro Caliste - ci impegneremo per sensibilizzare l'utenza e venire incontro alle esigenze dei commercianti". I dettagli sono stati discussi venerdì pomeriggio in un incontro a porte chiuse nella sede municipale di via di Torre Annunziata. Presenti oltre al minisindaco la vicepresidente Maura Lostia, l'assessore all'ambiente Edoardo Annucci, il direttore generale facente funzioni di Ama Maurizio Pucci e il responsabile di zona dottor Fabrizio Sciuto. 

Una necessità quella di intervenire a migliorare il servizio di raccolta per le und dato anche dalle continue segnalazioni arrivate in municipio dai cittadini: i secchioni, specie nei quartieri ad alta densità commerciale come Pigneto e Centocelle, sono letteralmente invasi da cartoni, imballaggi, e immondizia provenienti soprattutti dai bar, pub e ristoranti che caratterizzano le zone, finora non serviti adeguatamente dal porta a porta. È stata una delle principali falle riscontrate e colmate con il piano di pulizia straordinaria che ha coperto il periodo natalizio, e che ora punta a diventare ordinario. In cosa consiste il nuovo modello?

La nuova raccolta delle Und

Innanzitutto il servizio, in V municipio, è affidato a una ditta esterna, in collaborazione con Ama. I negozianti dovranno lasciare fuori dall'esercizio la differenziata che verrà prelevata tre volte a settimana alla chiusura. Per bar e ristoranti l'umido verrà raccolto tutti i giorni, sempre a chiusura dell'esercizio. In parallelo buona parte degli agenti accertatori Ama (una trentina in totale su Roma, addetti a multare chi non rispetta le regole dei conferimenti) verranno impiegati sul territorio municipale, chiamati a verificare il corretto funzionamento della catena, sia da parte degli esercenti che della ditta esterna. 

Fototrappole sul territorio

"A fine sperimentazione - spiega il presidente Caliste - una volta che la nuova raccolta sarà a regime, ci verranno consegnati i nuovi secchioni per la raccolta". Quelli anti rovistaggio, con un bocchettone centrale dove inserire carta, plastica, e indifferenziato, senza la possibilità di aprire il cassonetto (vedi foto subito in basso). In parallelo è anche prevista una stretta sul fronte dei rifiuti ingombranti, con il posizionamento di nuove telecamere, le cosiddette fototrappole, nelle zone considerate più a rischio. Vedi in via Olevano Romano, a villa Gordiani, nota agli abitanti per i continui scarichi di mobili sui marciapiedi. La mappatura in questo senso è ancora allo studio.   

cassonetti-5-18

In Evidenza

Potrebbe interessarti

V municipio, nuovo porta a porta per bar e ristoranti e fototrappole per i furbetti: ecco le novità

RomaToday è in caricamento