Venerdì, 19 Luglio 2024
Quadraro / Don Bosco / Via Sestio Menas

La voragine del Quadraro spaventa i residenti, appello a Segnalini: "Quanto dureranno i lavori?"

Martedì 9 gli attivisti della rete Cinecittà bene comune incontreranno l'assessora ai Lavori pubblici: "Servono interventi strutturali"

Il prolungarsi dei lavori per la riparazione della voragine di via Sestio Menas, in seguito alla scoperta di nuove cavità, preoccupa residenti e commercianti della zona. Che venerdì 5 luglio si sono riuniti in un’assemblea pubblica, indetta dalla rete Cinecittà Bene Comune, a cui hanno partecipato anche rappresentanti delle scuole del territorio e delle istituzioni municipali e comunali. Il risultato più importante ottenuto, “grazie alla mediazione del consigliere comunale di Avs, Alessandro Luparelli” sottolineano gli attivisti, è il tavolo con l’assessora ai Lavori pubblici di Roma Capitale, Ornella Segnalini, martedì 9 luglio. Per un aggiornamento puntuale sull’andamento dei lavori e sui prossimi sviluppi in via Sestio Menas.

La preoccupazione dei residenti

Nel corso dell’assemblea, che si è svolta in piazza dei Tribuni, sono stati molti a prendere parola, tra cittadini e commercianti, che hanno mostrato la loro preoccupazione per una situazione ancora incerta. “Fra gli interventi più significativi – spiegano gli attivisti - c'è stato quello di una rappresentante del comitato Sottosuolo Quadraro che ha evidenziato come la problematica non riguardi solo via Sestio Menas ma un'area molto più vasta dei municipi V e VII in generale, e quello della vice dirigente scolastica dell'I.C. Laparelli che ha riportato tutta la preoccupazione e il disagio della comunità scolastica per le voragini aperte a pochi metri dalle scuole presenti in via Sestio Menas". Presenti all’incontro anche i consiglieri municipali Emanuela Ammerata (municipio VII) e Maurizio Mattana (municipio V). “Ho toccato con mano – spiega Luparelli, presente all’assemblea - la dimensione di incertezza e paura che vivono gli abitanti: è importante agire e dare risposte concrete, fare la nostra parte di amministrazione presente. Nei giorni precedenti mi sono mosso - prosegue - e con la rete abbiamo ottenuto un tavolo con l'assessora Segnalini. È un punto di partenza per chiudere le maglie di questa questione stringente, che grava sulla quotidianità di migliaia di cittadine e cittadini di quel quadrante di città nel quartiere più popoloso di Roma”.

Le richieste a Segnalini

Al tavolo di confronto con l’assessora, gli attivisti arriveranno con un elenco ben preciso di richieste: “Porremo tre questioni – spiegano -. In primo luogo, che i lavori di messa in sicurezza di via Sestio Menas siano strutturali e risolutivi; in secondo luogo, che venga reso pubblico il cronoprogramma degli interventi che verranno effettuati, in modo tale che i cittadini possano monitorarne l'andamento; in ultimo, che siano stanziate da parte dell'amministrazione tutte le risorse economiche necessarie per risolvere l'emergenza voragini”.

Cosa sta succedendo in via Menas

I lavori per la riparazione della maxi voragine di via Sestio Menas, che si è aperta il 28 marzo, sono partiti il 4 maggio e, da cronoprogramma, sarebbero dovuti durare circa un mese. Sarebbero, perché la scoperta di nuove cavità, che dovranno essere esaminate e poi riempite, ha provocato inevitabilmente un rallentamento. Se la maxi voragine è stata già riempita dal Dipartimento dei Lavori pubblici di Roma Capitale, è necessario approfondire ancora le nuove cavità. “L’8 luglio – spiega Luparelli – ripartiranno i sondaggi, che coinvolgeranno tutta l’area circostante, da via Marco Papio fino a via di Centocelle. Tutta la zona verrà monitorata”. Il consigliere poi sottolinea un punto: “Sono soddisfatto della convocazione del tavolo con i cittadini e l’assessora Segnalini perché vuol dire dare la giusta attenzione sociale a un problema urgente. E ribadire che, nel caso in cui dalle indagini emergessero criticità più serie sulle altre cavità, bisognerà fare il possibile per reperire le risorse economiche necessarie a gestire l’emergenza. La situazione, comunque, è tenuta sotto controllo e monitorata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La voragine del Quadraro spaventa i residenti, appello a Segnalini: "Quanto dureranno i lavori?"
RomaToday è in caricamento