Venerdì, 25 Giugno 2021
Quadraro

Nasce "Q44" per il 68esimo anniversario dei deportati del Quadraro

E' un logo che segnerà tutte le iniziative che d'ora in avanti si svolgeranno in loro memoria. Per non dimenticare quei 947 uomini donne e bambini deportati il 17 aprile del '44 dal quartiere romano

Un'iniziativa per salvare la memoria, per salvare dall'oblio quei 947 deportati dal Quadraro il 17 aprile 1944. E' la "primavera della resistenza romana" che sboccia nel quartiere a cavallo tra il VI e il X municipio di Roma. E lo fa attraverso l'arte, la musica, reading e il tavolo 'Q44' nato per promuovere e organizzare iniziative per ricordare il rastrellamento avvenuto 68 anni fa.

Provincia di Roma e Municipi X e VI della capitale scendono in campo, siglando un protocollo d'intesa, per tenere viva la memoria di quell'episodio. "Come ha fatto il comandante Bentivegna - ha commentato il presidente del X Municipio Sandro Medici - abbiamo chiesto asilo politico alla Provincia di Roma. Nonostante siamo pezzi importanti di questa città abbiamo trovato indifferenza da parte del Campidoglio nei confronti di questa manifestazione". "In questi ultimi anni - ha aggiunto il minisindaco del VI Municipio Giammarco Palmieri - c'é stato un disinteresse totale da parte delle istituzioni. Questa è un'iniziativa che nasce dal territorio e dalle sue forze sociali e che serve per mettere in contatto la Resistenza con le 'Resistenze' moderne perché la guardia non deve essere mai abbassata così come la memoria deve essere sempre tenuta viva".

Per il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti si tratta di una "parentesi che serve per non far cadere nell'oblio una parte di storia importante di Roma" ed ha aggiunto: "Non lo facciamo solo per i cittadini del Quadraro ma per rafforzare la cultura e la storia della capitale e per ricostruirne la memoria". Da oggi sarà il logo 'Q44' a fare da 'cappello' a tutte le iniziative che si organizzeranno per ricordare quella data: quest'anno, per il 68simo anniversario dedicato al comandante Sasà Bentivegna, il cartellone di eventi vede la collaborazione del 'Teatro Valle Occupato', i lavoratori che dallo scorso 14 giugno sono barricati nello storico teatro romano.

"La definizione del Quadraro di 'borgata ribelle' ci appartiene - hanno detto gli occupanti del Valle - e per questo volevamo ricreare quell'atmosfera di resistenza nelle strade del quartiere dando voce ai racconti della gente e alle persone che hanno lottato per la democrazia. Abbiamo pensato ad un percorso itinerante, con installazioni artistiche, sonore e visive, nei vicoli. Il pubblico verrà accompagnato da narratori e sarà così ricreato quel che successe il 17 aprile del '44''.
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce "Q44" per il 68esimo anniversario dei deportati del Quadraro

RomaToday è in caricamento