Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Quadraro Quadraro / Via Filippo Re

Quadraro, il decoro è solo apparente: al Giardino dei Ciliegi pensano solo i residenti

Giardino dei Ciliegi: la manutenzione è in mano ai residenti

In via Filippo Re c'è un'area verde. Si trova alla fine della strada, all'angolo con via dei Corneli, zona Quadraro vecchio. Il Giardino dei Ciliegi, questo è il suo nome, è un punto di ritrovo importante nel quadrante. Vi si recano genitori con i bimbi, proprietari di cani. Ma anche tante persone che utilizzano quello spazio per bivacchi notturni. 

Il futuro del Giardino dei Ciliegi

Ad una prima occhiata, il giardino appare in buone condizioni. "Lo abbiamo ripulito questa mattina" spiegano alcuni residenti, incontrati sul posto. Alle 11 di mattina se ne stanno lì, seduti sulle panchine, a ragionare sul futuro del parchetto. "Stasera alle 19 abbiamo un'assemblea e la settimana prossima è atteso l'arrivo dell'assessore Pulcini, del VII Municipio" spiegano. Tanti sono i temi sui quali, l'amministratore di prossimità, dovrà confrontarsi.

L'apparenza inganna

Basta un rapido sopralluogo per rendersi conto che, l'apparente ordine, cela in realtà evidenti sacche di degrado. "Sotto ogni panchina ci sono decine di tappi delle birre" fa notare un residente che aggiunge "con quelli ci siamo arresi". Di bottiglie, lattine, fazzoletti sporchi e pacchetti di sigarette, ne sopravvivono invece poche tracce. Li hanno raccolti alcuni abitanti della zona che, per necessità, si sono trasformati in volontari.  "Con un euro e quaranta compriamo 10 sacchetti dei rifiuti" spiega uno di loro, che dichiara di passare un paio di volte la settimana a pulire. E non è l'unico a farlo. Ma è uno sforzo che rischia di durare poco. E lo scontento, tra una parte dei presenti, risulta decisamente evidente.

La convivenza tra cani e bambini

"Nel parco la notte il cancello resta aperto" e poichè manca l'illuminazione, c'è chi ne approfitta per trasformarlo nel proprio bivacco. Dietro un ramo caduto e mai rimosso, diventa infatti estremamente facile creare un giaciglio. La postazione dei giochi che qualcuno aveva disseminato nel parchetto, offre inoltre un comodo armadio a due ante. All'interno, c'è chi vi ha riposto dei vestiti. "Le postazioni prima erano tre" spiega un residente "oggettivamente troppe". La convivenza tra bambini e cani, qui è forzata. Non ci sono spazi dedicati agli uni o agli altri. Ad avere il trattamento peggiore sono proprio i più piccoli. Nel Giardino dei Ciliegi, soltanto due giochi a molla sembrano in buono stato. L'altalena è fissata con uno straccio. Stesso trattamento è riservato ad una porticina di plastica che conduce allo scivolo. "Qui la polizia municipale aveva messo il nastro giallo" spiegano i presenti "ma è durato poco".  Per migliorare l'area verde di via Filippo Re occorre ben altro. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quadraro, il decoro è solo apparente: al Giardino dei Ciliegi pensano solo i residenti

RomaToday è in caricamento