rotate-mobile
Prenestino Prenestino / Via Fiuggi

Prenestino: ci sono i topi, i genitori della scuola Trilussa protestano

Al rientro dalla vacanze gli studenti hanno trovato l'istituto infestato dai roditori. Gli interventi adottati sono insufficienti e le mamme dei bimbi sono allarmate

Con l’avvio dell’anno scolastico tornano anche i problemi relativi al decoro e alla sicurezza all’interno delle scuole. Ne sanno qualcosa gli alunni dell’istituto Trilussa, in via Fiuggi, che al rientro sui banchi hanno notato, più volte, la presenza di roditori all’interno della struttura.

La segnalazione è partita già dai primi giorni di settembre, ma finora gli interventi messi in atto - installazione di trappole da parte di personale specializzato - sembrano essere insufficenti.  Le mamme dei bimbi della materna sono allarmate in quanto la mensa è al piano terra, così come la dispensa.   

I genitori non sembrano affatto soddisfatti degli interventi messi in campo. La signora Valentina e la signora Cinzia lamentano una derattizzazione parziale e segnalano che le trappole per catturare gli invadenti animaletti  non sono state messe in tutto il complesso scolastico.  Per di più, dicono le mamme, nel giardino vengono spesso lasciati per giorni dei sacchi contenenti rifiuti che potrebbero rappresentare un ottimo habitat per questi roditori.

Scuola Trilussa e via Fiuggi



Il problema di via Fiuggi, comunque, non è solo l’istituto Trilussa. Proprio dinanzi alla scuola ci sono circa duecento metri di una scarpata che fa da confine con le case popolari conosciute come ‘i palazzoni’. Una striscia di terra pulita e bonificata di rado e dove tra le alte erbacce si potrebbe nascondersi di tutto.

Appare ovvio che sarebbe un sacrilegio dare colpa della presenza di topi al grande poeta dialettale romanesco Trilussa e questo solo perchè celebre autore di poesie e sonetti come: er topo, er sorcio de città er sorcio de campagna, er sorcio lombetto, er sorcio vendicatore. Niente di questo. E' evidente che le responsabilità vanno ricercate in una organizzazione del lavoro incapace di prevenire gli eventi.  Altrettanto ovvio dovrebbe essere il fatto che In una scuola materna chiusa per il periodo estivo e senza aver svolto nessuna pratica preventiva, imbattersi nella sola presenza di ‘sorcetti ‘ è di per se una grande fortuna.

Al municipio V nei giorni scorsi Ama dovrebbe aver fatto un'apertura  di credito per 30.000 € e la stessa azienda ha un ottimo servizio per le disinfestazioni, derattizzazioni e lotta alla zanzara tigre, quindi, forse, basterebbe una telefonata per far star tranquille le allarmate mamme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prenestino: ci sono i topi, i genitori della scuola Trilussa protestano

RomaToday è in caricamento