rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Prenestino Prenestino / Via Veroli

Il Prenestino invaso dalle antenne: il Comune dà l’ok per un nuovo ripetitore

Tecnici al lavoro in via Veroli per posizionare l'ennesimo ripetitore di telefonia mobile. È il nono della zona, il terzo della strada. A nulla sono serviti gli appelli di residenti e Municipio

In via Veroli sono ripresi i lavori per il posizionamento di un ripetitore di telefonia mobile la cui installazione era stata sospesa nelle scorse settimane. Era il 23 ottobre scorso quando gli abitanti di via Veroli si accorgevano che la dicitura "lavori di restauro" sulle impalcature di fronte era fasulla. Si trattava invece di lavori relativi all’installazione di un’antenna Telecom. Il terzo ripetitore di via Veroli, il nono al Prenestino. 

La scoperta ha fatto infuriare non poco gli abitanti della strada che, preoccupati dagli eccessivi livelli di elettrosmog, hanno immediatamente allertato giornali e amministratori. Sul posto intervengono il Presidente Palmieri e il mini Assessore Veglianti. Il Municipio promette il massimo impegno e intanto, grazie ad un cavillo (l’autorizzazione per l’Occupazione di Suolo Pubblico), riesce a fermare il cantiere. Successivamente Palmieri indirizza anche una nota al Comune nella qualche chiede al Sindaco di ritirare le autorizzazioni concesse dal Dipartimento Urbanistica. 

Il Prenestino invaso dalle antenne


Che fosse una battaglia difficile lo si era capito fin da subito. E difatti puntuale è arrivata l’amara notizia. In queste ore i tecnici stanno issando i tralicci e tra non molto l’antenna comincerà a diffondere le sue onde a campana in tutto il Prenestino. Onde che, è importante sottolinearlo, non coinvolgono chi sta immediatamente sotto l’antenna; motivo per cui le società hanno buon gioco a convincere gli abitanti di un condominio, la cui disponibilità viene ‘premiata’ con un contratto di locazione. 

"E' scandaloso - ci scrive un lettore - che il comune di Roma autorizzi questa installazione in barba ai danni biologici che l'esposizione continuata alle onde elettromagnetiche può provocare soprattutto sui bambini che in zona sono circa 1500 e ad aggravare la situazione c'è anche il fatto che il Presidente Palmieri, per iscritto, ha invitato i vari dipartimenti ed il Sindaco a ritirare le autorizzazioni a procedere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Prenestino invaso dalle antenne: il Comune dà l’ok per un nuovo ripetitore

RomaToday è in caricamento