PignetoToday

Politiche sociali, il VI Municipio approva mozione

Il Consigliere PD Gino Marturano ha presentato una mozione che ha come obiettivo quello di segnalare, in pochi ma chiari punti, le principali problematiche sociali necessitanti un intervento politico rapido e più incisivo

Disagio e sofferenza sociale coinvolgono sempre più ampi strati della popolazione romana, incapaci di sopperire da soli alle esigenze della vita quotidiana. Al contempo, le azioni di welfare locale sembrano insufficienti, se non latitanti, nel sostenere adeguatamente i cittadini che ne rimangono coinvolti.

Proprio per fronteggiare il dilagare di queste situazioni, il Consigliere PD Gino Marturano ha presentato una mozione. Obiettivo, segnalare, in pochi ma chiari punti, le principali problematiche sociali necessitanti un intervento politico rapido e più incisivo. Dal contrasto alle nuove povertà connesse alla crisi e ai fenomeni di precarizzazzione, all’emergenze abitativa, da un piano per l’assistenza delle persone senza fissa dimora, ai centri diurni per l’infanzia e l’adolescenza immigrata. E ancora, dai servizi alle tossicodipendenze, ai disagi psichiatrici, dal piano nomadi, all’abbattimento delle liste d’attesa per gli anziani così come per i disabili.

Insomma, una mozione complessa
, che raccoglie in sé molte questioni diverse, ma ugualmente sentite dai cittadini, ma che soprattutto si rivolge direttamente, richiamandone l’attenzione, ai suoi  principali interlocutori, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso, e ovviamente il Sindaco, Gianni Alemanno. Interlocutori, o meglio ancora soggetti competenti, in grado di intervenire a monte, è un po’ quello che chiede tra le righe la mozione, attraverso maggiori finanziamenti e risorse ai Municipi, rimasti a secco e perciò incapaci di intervenire efficacemente a sostegno delle famiglie e dei cittadini.

A onor di cronaca, la discussione della suddetta mozione è avvenuta durante un consiglio municipale, aperto al pubblico, dove le opposte parti politiche al Municipio, hanno discusso animatamente sulla validità o meno di una simile iniziativa,che è stata poi approvata con il solo voto della maggioranza.

In aggiunta alla mozione, il Consigliere Ettore Proietti, anch’egli PD, ha presentato un ordine del giorno per la creazione di un “centro per la famiglia”, che si occupi di fare da tramite tra queste e le Istituzioni, approvato sempre a maggioranza.
Dal VI Municipio dov’ è nata,la mozione adesso proseguirà il suo cammino negli altri Municipi della città. La speranza, si augura il Consigliere Maturano, è di raccogliere il maggior numero di consensi, e di approvazioni, da parte degli altri Municipi, in modo da poter presentare la mozione al Campidoglio per la sua attuazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

Torna su
RomaToday è in caricamento