PignetoToday

A Villa Gordiani arrivano due nuovi murales: "Un museo per curare il territorio"

E' il nuovo progetto dell'Ecomuse Casilino che verrà realizzato con un gruppo di persone residenti nel quartiere

Villa Gordiani

"Innescare musei per curare i territori". E' tutto racchiuso in questo slogan il senso del festival E.P.ART, il nuovo progetto dell'Ecomuseo Casilino, ecomuseo riconosciuto d’importanza regionale con recente determina della Regione Lazio, che si svilupperà in tre quartieri del V municipio. “Si partirà dalla realizzazione di opere di street art per innescare nuovi dispositivi museali che coinvolgono le forze attive sui territori, facendo così in modo che i territori stessi vengano percepiti come spazi importanti, ricci di risorse culturali”, spiega a Romatoday il presidente dell’associazione Ecomuseo Casilino, Claudio Gnessi.

Il progetto è vincitore dell'avviso pubblico Estate Romana 2020-2022 e partirà dal quartiere di Villa Gordiani. La prima fase del percorso è già partita: “Circa 30 persone, quasi tutte residenti nel quartiere, hanno accettato la sfida di entrare a far parte di questa comunità che si prenderà cura del territorio”, spiega Gnessi. “Ci sono già stati una serie di incontri online durante i quali è stato selezionato, all’interno di una rosa di tre nomi, l’artista che realizzerà le opere. Per ora non possiamo anticipare la sua identità, perché stiamo aspettando il via libera dal diretto interessato”.

Sempre insieme a questo gruppo operativo sono state selezionate le location degli interventi. “Si tratta della facciata di un edificio di case popolari scelta per la sua vicinanza al Grab (il Grande raccordo anulare delle bicilette, ndr) e a una scuola, e di una parte del muro di cinta della Stazione ferroviaria Serenissima, oggi un muro anonimo ma che nelle intenzioni del progetto dovrebbe diventare uno spazio per narrare le storie del quartiere. Sempre insieme decideremo come seguire l’artista nel suo lavoro, come organizzare momenti di esplorazione del territorio e di scoperta dei luoghi e delle persone del quartiere. Una vera e propria curatela contenutistica di ciò che poi l’artista, in piena autonomia, rappresenterà sui muri selezionati”. 

Le due nuove opere di street art saranno la scintilla per innescare un vero e proprio processo di valorizzazione e cura del territorio. “Si tratta di elaborare una strategia generale, un manifesto che rappresenterà una pietra angolare per la costituzione di un nuovo dispositivo museale a Villa Gordiani, gestito direttamente da una comunità del territorio che nell’elaborazione del progetto sarà accompagnata dall’Ecomuseo Casilino”.

L’idea da cui parte E.P.ART è duplice: “Da un lato arricchire il patrimonio di street art del quartiere, dall’altro mettere in rete tutte le competenze che già sono attive sul territorio per farle diventare protagoniste della gestione di un sistema museale locale che possa strutturarsi e continuare ad operare anche dopo la realizzazione dei murales”.

Un nuovo ecomuseo di scala ridotta all’interno del territorio più ampio dell’Ecomuseo Casilino. Anzi, tre nuovi ecomusei, dal momento che l’obiettivo in tre anni è quello di estendere il progetto a tre quartieri. Al centro di questi nuovi dispositivi museali non ci saranno solo le nuove opere d'arte pubblica o i resti archeologici presenti sul territorio ma gli aspetti storici, memoriali e la sua cultura contemporanea. La prima visita guidata è in programma per domenica 11 ottobre. Maggiori informazioni verranno riportate sul sito dell’Ecomuseo Casilino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento