Giovedì, 18 Luglio 2024
Prenestino Prenestino / Via Aversa, 11

"Bella frate', a frappè" colora il Prenestino. Arriva il murale per Massimo Marino

Il 5 luglio verrà inaugurata la nuova opera di street art dedicata all'attore romano, icona della romanità, scomparso nel 2019

Dopo la mostra "A frappè" oggi arriva anche il murale "Massimo Pacificatore". Il volto in formato gigante di Massimo Marino, conduttore televisivo, attore e icona della romanità scomparso prematuramente ad aprile del 2019, campeggia in via Aversa 11 nel quartiere Prenestino. La firma è degli street artist Diamond e Solo. 

"Ringraziamo chi ci ha supportato - si legge sulla fanpage dello stesso Marino, tenuta in vita anche dopo la sua scomparsa dai colleghi di Vivi Roma tv - Cristian Parenti sempre presente e indispensabile, Carolina Cutolo essenziale nel far partire il progetto, Enrico Grassetti che ha fatto volare i suoi droni, Dante D'Aurelio filmaker passato dai nightclub ai muri, il giornalista Stefano Ciavatta con i suoi consigli, Fausta Scarpone fondamentale per superare la burocrazia che sovrasta ogni cosa". 

L'opera verrà inaugurata il prossimo 5 luglio alle 19 in via Aversa, civico 11, a seguire verrà presentato il progetto negli spazi di Largo Venue, in via Biordo Michelotti. Eccoci qui, finalmente possiamo dirlo. Abbiamo realizzato un murale in onore di Massimo Marino, un murale che lo celebra e che rimarrà nel tempo. Il percorso è stato lungo, faticoso, pieno di imprevisti, ma il risultato ottenuto ci ripaga di ogni sforzo" si legge ancora nel post di presentazione dell'opera. 

"Tutto questo è stato possibile grazie ai fantastici street artist Diamond e Solo. Grazie per i sorrisi, per il buon umore, la professionalità, la comprensione, l’amore, la generosità e la passione che mettete nel vostro lavoro. Grazie anche per la pazienza dimostrata di fronte ai rinvii della burocrazia e per non aver mollato il progetto".  

Massimo Pacificatore-4

 
Per Miria Maiorani, direttrice del ViviRoma: "Essere riuscita a ricordare Massimo Marino con un murale nella città che ha tanto amato, difeso e rappresentato è un segno importante, la prima delle iniziative in memoria che ho in progetto di realizzare. Averlo fatto rivivere sul muro di casa nostra non ha prezzo.  Louis Kahn diceva che - anche un mattone vuol essere qualcosa, un mattone ha aspirazioni e vuol essere qualcosa di più di ciò che è, vuol essere qualcosa di meglio di ciò che è -. La stessa aspirazione può averla un muro trasmettendo arte, bellezza e rendendo onore a chi non c’è più".

Gli artisti Diamond e Solo: "Massimo Marino è stato un visionario, un decennio in anticipo rispetto al mondo che lo circondava. Un Caronte gentile, un Virgilio sincero che ogni notte ci traghettava in una dimensione parallela fatta di locali al neon, personaggi grotteschi, odalische svestite che per l’immaginazione di un adolescente erano tutto. Proprio perché non è nostra abitudine fare ritratti, abbiamo deciso di fuggire da una rappresentazione classica ed iperrealistica del personaggio, colorandolo invece vivo e vivace come le luci al neon di quei locali notturni che erano la sua vita. Abbiamo voluto ricordare Massimo con i colori fluo che accendeva nelle nostre case quando internet era solo un sogno."

Chi era Massimo Marino

Nato a Roma l'8 febbraio 1960, Massimo Marino è cresciuto nel quartiere del Tufello. Nel 1989 fonda la rivista free press ViviRoma Magazine che dispensa consigli a romani e non su come trascorrere le serate tra locali, ristoranti e discoteche. Esordisce in televisione nel 1995, conducendo il programma ViviRoma Television sulle emittenti Teleambiente e Teledonna. "Bella fratè, a frappè" con le tre dita quasi a benedire diventa il suo marchio di fabbrica. 

Massimo Pacificatore-2

Oltre che conduttore delle notti cult romane, fra icone sexy e locali notturni, Massimo Marino ha recitato come attore in diverse pellicole e partecipato a diversi programmi tv. Oltre che sul piccolo e sul grande schermo si è speso anche in politica, è stato candidato diverse volte al Comune di Roma ed alla Regione Lazio. Come nel 2005, quando fu tra i candidati nella lista Consumatori Uniti per Marrazzo raccogliendo 1.777 voti. Ha sostenuto Walter Veltroni alle elezioni comunali di Roma del 2006 e Francesco Rutelli in quelle del 2008, in cui si è candidato nella lista Unione Democratica per i Consumatori ed ha raccolto 80 preferenze. Alle elezioni regionali del Lazio del 2010 ha sostenuto Emma Bonino nella "Lista civica cittadini per Bonino", con cui ha raccolto 226 voti. Alle comunali del 2013 ha sostenuto la lista autonoma "Alfio Marchini Sindaco", senza però candidarsi. Nel 2016 si è candidato alle comunali di Roma con la lista civica AssoTutela per Michel Emi Maritato Sindaco, raccogliendo in tutto 32 preferenze. 

Massimo Pacificatore-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bella frate', a frappè" colora il Prenestino. Arriva il murale per Massimo Marino
RomaToday è in caricamento