Venerdì, 18 Giugno 2021
Prenestino Prenestino / Viale della Stazione Prenestina

Stazione Prenestina: picchia la compagna perché si rifiuta di prostituirsi

L'uomo è stato arrestato grazie alla donna che ha trovato il coraggio di denunciare l'accaduto. L'uomo l'ha prima malmenata e poi minacciata con un coltello

Rapina e induzione alla prostituzione: con queste accuse è stato arrestato un cittadino romeno di 40 anni, senza fissa dimora e già conosciuto alle forze dell’ordine.

L'arresto è avvenuto dopo che la sua compagna, una 41enne romena, si è presentata in lacrime nella caserma dei Carabinieri raccontando che il fidanzato, in mattinata, era rientrato nella baracca che condividono nei pressi del viale della Stazione Prenestina e che aveva iniziato a chiederle insistentemente di prostituirsi per guadagnare e permettergli di vivere in condizioni più dignitose. Al netto rifiuto opposto dalla 41enne, l’uomo è andato su tutte le furie: dopo averla malmenata e minacciata con un coltello, le ha strappato di dosso la borsa provocandole lesioni alla spalla e al braccio medicate all’ospedale “G. Vannini”.

I militari si sono messi immediatamente sulle tracce del 40enne, individuandolo non lontano dalla stazione ferroviaria. La borsa con tutto il suo contenuto è stata restituita alla donna mentre l’uomo è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione Prenestina: picchia la compagna perché si rifiuta di prostituirsi

RomaToday è in caricamento