menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook Clinica accreditata Fabia Mater

Foto Facebook Clinica accreditata Fabia Mater

Sanità, il reparto di ginecologia del Fabia Mater non chiude: "La struttura è accreditata"

Lo fa sapere l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato. Pd V municipio: "Notizia positiva per il territorio"

Il reparto di ostetricia e ginecologia della Fabia Mater non chiuderà. La programmazione sanitaria regionale non lo prevede. "La casa di cura accreditata è infatti inserita nella rete ospedaliera regionale con decreto commissariale 257 del 5 luglio 2017", fa sapere l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato in risposta all’interrogazione presentata in Consiglio regionale dalla consigliera Michela Di Biase. "La struttura è accreditata con Decreto del Commissario ad acta e regolarmente contrattualizzata con la Asl Roma 2. La casa di cura dunque prosegue nell’attività oggetto di contratto per rispondere al fabbisogno del territorio in un’area della capitale particolarmente popolosa".

"Ringraziamo l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato per aver accolto il nostro appello", dichiara il segretario del PD V Municipio, Riccardo Vagnarelli. "Solo poche settimane fa, come Pd V Municipio, ci eravamo rivolti pubblicamente alla Regione per scongiurare una chiusura che, se confermata, avrebbe privato il nostro territorio di un servizio fondamentale, lasciando a casa i tanti lavoratori dell'ospedale privato convenzionato. La smentita della chiusura è quindi una notizia positiva sia per la sanità che per l'occupazione del Municipio. La buona politica è fatta di battaglie quotidiane sui territori. La buona politica è quella che sa essere utile ai cittadini. Come in questo caso", conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento