Prenestino Prenestino / Viale della Venezia Giulia

Prenestino, circolo Legambiente nella delibera 140: "Chiude presidio del territorio"

Il provvedimento dell'ex giunta Marino mira al riordino del patrimonio indisponibile dato in concessione. Tra gli spazi sociali e i circoli sfrattati anche quello di viale della Venezia Giulia

Da vent'anni nei locali di viale della Venezia Giulia, civico 69, anche il circolo Città Futura di Legambiente, un vero punto di riferimento per il territorio, è finito nel tritacarne della delibera 140, il provvedimento dell'ex giunta Marino che mira al riordino del patrimonio indisponibile dato in concessione. Spazi sociali, associazioni, circoli culturali della città, coinvolti tra minacce di sgombero e avvisi di sfratto per morosità a decine in tutta Roma. Tra questi anche quei locali che da tempo immemore erano sempre aperti per i cittadini, un presidio culturale per l'intero quadrante. 

Dal servizio civile nazionale, all'ecosportello per le domande sulla raccolta rifiuti, agli incontri sui tempi della sostenibilità ambientale. "Siamo sempre stati un punto di riferimento per i cittadini, un po' per tutti, cercavamo di risolvere anche problemi non direttamente di nostra competenza" ha spiegato il presidente dell'ormai ex circolo, Amedeo Trolese. "E' stato in colpo al cuore, non eravamo morosi abbiamo sempre pagato, semplicemente il Comune ha deciso di non rinnovare la concessione". 

A settembre scorso lo stesso dipartimento al Patrimonio aveva consigliato il circolo di ripresentare la domanda, in attesa di capire i confine operativi della delibera. Così da viale della Venezia Giulia è arrivata la richiesta di rinnovo e il pagamento, ma un mese fa la risposta annunciava lo sfratto. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prenestino, circolo Legambiente nella delibera 140: "Chiude presidio del territorio"

RomaToday è in caricamento