PignetoToday

Voragine al Pigneto, 'somma urgenza' sia: "In arrivo 200mila euro"

A comunicarci la notizia è il presidente del VI Municipio, Giammarco Palmieri. La voragine in via Augusto Dulceri si è aperta tre mesi fa e la strada è ancora chiusa

E 'somma urgenza' sia. Il VI Municipio ha ottenuto 200 mila euro di finanziamento per la voragine di via Dulceri, quella che si è aperta tre mesi fa e che ancora costringe i residenti a 'girare a largo'. Ce lo comunica il presidente Giammarco Palmieri che, insieme con l'assessore al Lavori Pubblici del Municipio, Stefano Veglianti, aveva richiesto la procedura emergenziale - che consente di accorciare i tempi per l'affidamento di lavori - settimane fa. La richiesta è stata accolta e i fondi sembrano in dirittura d'arrivo. 'Portavoce' della causa di via Dulceri in Campidoglio è stata la consigliera comunale Gemma Azuni (Sel), con una mozione del 22 novembre prima e un emendamento per ottenere il finanziamento poi.  

"Arriveranno 200mila euro, ne avevamo chiesti 500mila - ci spiega Palmieri - ma è già qualcosa". Come verranno utilizzati? "Sono necessari ulteriori sondaggi per approfondire lo stato del sottosuolo dell'intera aerea e decidere così il tipo di intervento da effettuare. Se basteranno i fondi verranno utilizzati anche per l'intervento stesso". Grazie alla procedura di 'somma urgenza' i lavori dovrebbero procedere con una certa rapidità, non essendo previsto l'iter ordinario con bando di gara. "L'affidamento sarà diretto e credo opterremo per la stessa ditta che si è occupata di altri lavori di manutenzione stradale sul territorio". Insomma, forse la fine dei disagi per cittadini e commercianti della via è vicina. Ricordiamo che oggi sono 90 giorni esatti dalla chiusura della strada e che i negozianti in particolare lamentano da settimane perdite commerciali notevoli.


GLI INTERVENTI - Era il 10 settembre quando la voragine di 10 metri di diametro si è aperta sulla via inghiottendo due automobili. A causare la frattura il crollo di una cavità sotterranea, crollo che ha rotto una tubatura con dispersione d'acqua e cedimento del terreno. Il servizio idrico è stato ripristinato dopo poche ore e ad oggi la voragine è stata ricoperta. Peccato che, durante le indagini svolte da Acea sia emersa la presenza di un sistema di gallerie affioranti che ha compromesso anche un tratto di rete fognaria, da qui la necessità del ricorso al geologo, a ulteriori sondaggi e verifiche e a un 'aiuto' economico da parte del Campidoglio per poter operare.

L'area comunque è 'a rischio' smottamenti da tempo. Già nel '97 un episodio simile si verificò nella stessa via Dulceri, nel 2001 una voragine interessò piazza Copernico e, nel 2008, una crepa si aprì in via Bufalini dove a precipitare nel sottosuolo fu un autocompattatore dell'Ama.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento