PignetoToday

Pigneto: "Avete una bambina? Non potete entrare, qui serviamo alcol"

In una panineria di via Fanfulla da Lodi tre ragazze e una bambina piccola sono state messe alla porta. Racconta la mamma: "Qui i bambini non possono entrare, ci hanno detto". Il proprietario prova a chiarire l'equivoco

"Ci deve essere stato un errore, non potete entrare con una bambina, qui serviamo alcolici". Con queste parole sabato sera una mamma, con la sua piccola di quattro anni, in compagnia di due amiche, è stata messa alla porta dai proprietari di un locale del Pigneto, la "Premiata Panineria". Le amiche avevano prenotato per trascorrere lì una serata e sono state poco simpaticamente rimbalzate.

Elena, mamma di Tor Pignattara, contattata da RomaToday spiega: "Nel pomeriggio avevo prenotato un tavolo con tre mie amiche. Con noi anche mia figlia di quattro anni, con passeggino. Arrivate nel locale siamo state bloccate: "Qui i bambini non possono entrare". Sul sito della panineria non era in alcun modo indicata la presenza di una No kids zone. Alla richiesta di spiegazioni ci è stato poi detto che in quel locale servivano alcolici. Ho provato a spiegare che non avrei fatto bere a mia figlia alcun cocktail, ma non c'è stato nulla da fare". Le tre, con bambina al seguito, sono state quindi messe alla porta. "Abbiamo ripiegato su un ristorante libanese, dove siamo state accolte in maniera splendida, mangiando fra l'altro benissimo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Abbiamo contattato il proprietario del locale Massimo Innocenti per provare a chiarire quanto accaduto: "Innanzitutto ci tengo a dire che ho chiamato la mamma in questione, scusandomi con lei. Ci tengo a dire che nessuno le ha vietato l'ingresso alla panineria, bensì nella nostra sala Spirito dove si entra con uno 'speakeasy'". In pratica c'è la panineria, sala piccola, dove i clienti possono consumare nei pochi banchi con sgabelli. E poi c'è questa sala dove l'ingresso è riservato solo a persone che conoscono la parola chiave. Una modalità, in voga in molti locali romani, che riprende il tema del proibizionismo anni '20 negli Stati Uniti, attualizzandolo ad oggi. "Alle tre ragazze è stato spiegato il funzionamento della serata", spiega Innocenti. "La panineria non è stata quindi vietata a nessuno. L'accesso alla sala privata, per delle regole nostre, è invece consentito ad un numero ridotto di persone, sicuramente non ai bambini o ai minori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento